Enermanagement Industria di FIRE per l’energia rinnovabile

A cura di:

Durante il convegno Enermanagement Industria, organizzato da FIRE, è stato possibile discutere delle strategie e delle politiche volte al raggiungimento dell’efficienza energetica in Italia.

Convegno FIRE

 

E’ necessario che l’Italia adotti nuove soluzioni, soprattutto ora che il Parlamento Europeo ha approvato, tra gli altri obiettivi, quelli per l’efficienza energetica da qui al 2030.

“Gli attuali scenari fanno pensare ad un incremento dei consumi nel prossimo futuro. Servono delle policy forti che da un lato vanno ad attuare e mettere in campo quelle soluzioni che già abbiamo e che, dall’altro, convincano le imprese che investire nel contesto energetico è necessario e utile per essere competitivi sul mercato. Infine, servono politiche che smuovano il mondo della finanza. Se non si percorrono queste strade sarà impossibile raggiungere gli obiettivi europei”.

Le parole di Dario Di Santo sottolineano la necessità e l’urgenza di agire nella direzione della sostenibilità energetica e di incrementare la competitività dell’industria nazionale.

In uno scenario segnato da un mercato dell’energia che sta attraversando una fase di transizione è fondamentale considerare l’utente finale nel ruolo di produttore e tener conto della rivoluzione che interessa le filiere produttive e tutto ciò che riguarda il rapporto tra le imprese che realizzano il prodotto finale e i fornitori.

Enermanagement Industria ha permesso a rappresentati istituzionali e aziende di trattare temi di carattere normativo/tecnologico, di parlare di best practice e approfondire strategie di business.

Il tema comune nelle presentazioni è stato quello delle risorse, che hanno un ruolo fondamentale nelle dinamiche delle scelte aziendali, sottolineando la necessità di un impiego minore con una maggiore qualità di utilizzo delle stesse, affinché si possano raggiungere gli obiettivi fissati dall’UE e si possa registrare un aumento della competitività delle imprese italiane.

Per raggiungere tali obiettivi è necessario far leva sull’ICT, unendo sistemi di connessione, sensori e capacità di trasmissione dei dati con tutto ciò che riguarda l’intelligenza artificiale.

E’ fondamentale, inoltre, incrementare il sistema di gestione dell’energia (SGE) affinché le varie funzioni aziendali possano comunicare tra di loro in modo ottimale, sviluppando cultura ed un approccio olistico verso i temi e le problematiche e soluzioni comuni per esigenze e competenze differenti.

FIRE partecipa al progetto europeo MBENEFIT ed è partner per l’Italia del progetto ESI EUROPE, indirizzato a piccole medie imprese.

In questo modo la federazione supporta le aziende consolidandone l’attività, in autonomia o assieme ad altri stakeholder, per il miglioramento del quadro di policy.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento