Advertisement

ERANETMED: proposte di ricerca su energie rinnovabili e risorse idriche

C’è tempo fino al 2 febbraio per presentare progetti su energia rinnovabili ed efficienza energetica; gestione delle risorse idriche e nesso tra energia e acqua

ERANETMED è un’iniziativa che rientra nel 7° Programma Quadro dell’UE che fornisce finanziamenti per migliorare la cooperazione ed il coordinamento delle attività di ricerca nazionali degli Stati membri e per rafforzare la cooperazione nella ricerca euro-mediterranea.
Lo scorso 1° novembre ERANETMED ha lanciato un bando cofinanziato da Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Germania, Grecia, Italia, Giordania, Libano, Malta, Marocco, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia. Possono essere finanziate da questa call quattro tipi di attività collaborative: ricerca collaborativa, innovazione, capacity Building e mobilità. Si chiede di inviare progetti sui seguenti temi: energia rinnovabili ed efficienza energetica; gestione delle risorse idriche e nesso tra energia e acqua.
Il contributo finanziario totale della call è di €13.420.000. Il consorzio di progetto deve comprendere partner provenienti da almeno 3 paesi diversi (con agenzie nazionali cofinanziatrici) di cui almeno uno da uno Stato membro dell’UE/paese associato al programma quadro comunitario di ricerca e uno da un Paese partner mediterraneo. I candidati possono beneficiare dei finanziamenti secondo le norme delle rispettive agenzie nazionali di finanziamento (che determineranno anche i costi ammissibili).
L’Italia, attraverso il MIUR, si impegnerà con un contributo finanziario pari a €2.000.000.

La deadline per la sottomissione delle proposte di progetto è fissata al 02/02/2015. La fase di controllo dell’eleggibilità è divisa in due fasi, ognuna delle quali volte a verificare il rispetto di due serie di criteri: ERANETMED ed i criteri nazionali. La valutazione scientifica delle proposte verrà effettuata da esperti esterni e indipendenti.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento