Advertisement

Il condòmino non può impedire l’installazione di valvole e contabilizzatori

Lo ha stabilito la sentenza 134/2016 della Corte di Appello di Trento, respingendo l’appello di un condòmino che non voleva far entrare i tecnici

Come sappiamo entro il 31 dicembre 2016 tutti i condomini con riscaldamento centralizzato devono aver installato dispositivi di contabilizzazione e termoregolazione del calore, come da DL 102/2014.
I proprietari degli appartamenti ritardatari rischiano una sanzione amministrativa da 500 a 2500 euro per unità immobiliare, come confermato anche dalle modifiche al D.LGS. 102/14 approvate lo scorso 13 luglio.

Se l’assemblea condominiale decide a maggioranza di dotare l’impianto di riscaldamento centralizzato di una nuova caldaia comune e di un più moderno sistema di contabilizzazione e telettura del calore consumato dai singoli condomini per ogni termosifone installato nei rispettivi appartamenti, gli inquilini sono tenuti a fare entrare in casa i tecnici installatori per l’esecuzione effettiva dei lavori.
E’ quanto stabilisce la sentenza 134/2016 della Corte di Appello di Trento, he è intervenuta nei confronti di un appellante che, dopo aver acconsentito all’installazione della caldaia comune e delle valvole termostatiche sui radiatori nei singoli appartamenti, rifiutava di far entrare i tecnici per l’installazione dei dispositivi per il rilevamento del consumo di calore, in mancanza di unanimità del voto dell’assemblea condominiale.

I giudici della corte Costituzionale hanno stabilito che secondo quanto prevedono i nuovi obblighi di legge, tale modifica tecnica rientra pacificamente nel potere deliberativo dell’assemblea e non necessita certo dell’unanimità.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa

Le ultime notizie sull’argomento