In leggero cale le installazioni di rinnovabili nel primo quadrimestre 2018

Diminuiscono del 4% rispetto al 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico, che complessivamente raggiungono 195 MW. L’osservatorio di Aprile di Anie Rinnovabili

Installazioni rinnovabili in Italia nel primo quadrimestre 2018

ANIE Rinnovabili, associazione di ANIE Confindustria che raggruppa le imprese del settore delle fonti rinnovabili, ha pubblicato l’Osservatorio dedicato ai primi 4 mesi del 2018 elaborato su dati Gaudì, dedicato all’intero comparto.

 
Nel complesso le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico, rispetto al primo quadrimestre del 2017 calano del 4%, raggiungendo un dato complessivo di 195 MW, contro i 204 MW dello scorso anno.

A fronte di una crescita delle installazioni di fotovoltaico e dell’ottima performance dell’idroelettrico, l’Osservatorio segnala le difficoltà dell’eolico che segna un -34%.

Potenza connessa da rinnovabili nel periodo gennaio aprile 2018

Con le installazioni di aprile 2018 a 27,4 MW (+12% sul 2017), le nuove connessioni fotovoltaiche nel periodo gennaio-aprile raggiungono 116,4 MW, in crescita del 7% rispetto al primo quadrimestre dello scorso anno (nel 2017 108,6 MW).

Fotovoltaico, potenza connessa mensilmente da gennaio ad aprile 2018

Diminuisce del 12% il numero di unità di produzione connesse. Come sempre la parte del leone è fatta dagli impianti di tipo residenziale, di potenza inferiore ai 20 kW, che rappresentano il 58% delle installazioni. 

Installazioni fotovoltaico nel 1 quadrimestre 2018 per classi di potenza e numero di impianti 

Le regioni in cui vi sono stati i maggiori aumenti in termini di potenza sono Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Trentino Alto Adige e Umbria, mentre quelle con il maggior decremento sono Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta.

Per quanto riguarda le unità di produzione i maggiori incrementi sono stati in Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Puglia e Umbria, mentre quelle con il maggior decremento sono Basilicata, Calabria e Valle d’Aosta.

Un primo quadrimestre 2018 negativo per l’eolico che raggiunge 49,2 MW, in calo del 34% rispetto allo stesso periodo del 2017. Scendono addirittura del 91% le le unità di produzione.

Eolico potenza connessa nel primo quadrimestre 2018

Per quanto riguarda la diffusione territoriale, la quasi totalità della potenza connessa (99%) si trova nelle regioni del Sud Italia. Le richieste di connessione di impianti di taglia inferiore ai 60 kW sono soltanto lo 0,7% del totale installato fino ad aprile 2018, mentre gli impianti superiori ai 200 kW rappresentano il 98% del totale. L’Osservatorio segnala l’attivazione ad aprile 2018 di un impianto eolico da 23 MW in Basilicata in provincia di Potenza.

Bene il primo quadrimestre per l’idroelettrico che con i 5,6 MW di aprile, nel primo quadrimestre raggiunge 29,6 MW complessivi, +45% rispetto allo stesso periodo del 2017. In calo del 59% le unità di produzione.

Idroelettrico, potenza connessa mensilmente nel primo quadrimestre 2018

Le regioni con la maggiore crescita in termini di potenza nei primi mesi del 2018 rispetto all’anno precedente sono Lombardia e Trentino Alto Adige. I nuovi impianti idroelettrici di taglia inferiore a 1 MW connessi fino ad aprile rappresentano solo il 7% del totale. L’Osservatorio evidenzia l’attivazione nel mese di aprile 2018 di un impianto idroelettrico da 4,8 MW in Lombardia in provincia di Bergamo.

Rispetto all’ultimo trimestre 2017 l’analisi congiunturale mostra un decremento (-21%) per la nuova potenza FER installata nel primo trimestre 2018. Nel dettaglio, si è registrato un incremento del 4% per il solo fotovoltaico, mentre eolico e idroelettrico risultano in calo del 45%.

Variazioni congiunturali di potenza connessa FER nei quadrimestri 2016-2018

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico, Idroelettrico, Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento