In Lombardia 12 milioni di euro per l’efficienza energetica

Aperto dalla Regione il nuovo bando Free dedicato all’efficientamento energetico degli edifici pubblici di proprietà degli Enti locali. Domande entro il 15 settembre

E’ stato pubblicato sul bollettino Ufficiale della Regione Lombardia – Burl (Serie Ordinaria n. 19 di lunedì 8 maggio 2017) la nuova edizione del bando Free, Fondo regionale Efficienza Energetica, dedicato all’efficientamento energetico degli edifici pubblici di proprietà degli Enti locali, attraverso interventi che comportino l’adeguamento ai requisiti NZEB.

L’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Terzi, ha spiegato che il bando, che mette a disposizione 12 milioni di euro, prevede l’assegnazione di un’agevolazione pari al 70% delle spese ammissibili, così ripartita: 30 per cento a fondo perduto e 40 per cento finanziamento a medio lungo termine, con tasso di interesse nullo.

L’agevolazione massima concessa per ciascun richiedente è pari a euro 4.900.000. E’ possibile presentare una sola richiesta, per un costo minimo di interventi pari a euro 1.000.000. Possono partecipare Comuni, Unioni di Comuni o loro aggregazioni, Comunità Montane che non siano già risultati ammessi e finanziati in esito al precedente Bando Free approvato. Ad avvenuta concessione del contributo, gli Enti proprietari degli edifici possono decidere di aggiudicare le opere ad un partner privato, secondo le modalità ed i requisiti specificati nel bando. In questo caso il partner privato potrà essere il beneficiario diretto del contributo e del finanziamento agevolato per la realizzazione delle opere.

L’assessore ha ricordato che il precedente bando Free ha permesso di finanziare integralmente 31 progetti. Un risultato davvero notevole, “che ci ha portato a replicare anche per quest’anno il Bando, per dare la possibilità ad altri Comuni di riqualificare il loro patrimonio edilizio, attraverso interventi di efficientamento del patrimonio edilizio che permettano una significativa diminuzione dei consumi energetici e di emissioni di CO2. Un contributo importante anche per l’ambiente”.

Gli interventi devono riguardare edifici che presentino le peggiori caratteristiche dal punto di vista energetico e che rientrino nelle classi energetiche D,E, F e G.

Le richieste potranno essere inviate fino alle ore 12 del 15 settembre 2017, la domanda deve essere presentata esclusivamente tramite il sistema informativo SIAGE.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica, Normativa

Le ultime notizie sull’argomento