L’Emilia punta a riciclare il 70% dei rifiuti e a recuperare energia

Approvato il Piano per la gestione dei rifiuti con obiettivi ancor più ambiziosi di quelli fissati dall’Europa

Prevenzione, preparazione per il riutilizzo, riciclaggio, recupero di energia e smaltimento in linea con la cosiddetta “gerarchia dei rifiuti” europea. Questi in sintesi gli obiettivi del “Piano per la gestione dei rifiuti” approvato dall’Emilia Romagna.
Tanti e ambiziosi gli obiettivi tra i quali riciclare entro il 2020 almeno il 70% di carta, metalli, plastica, legno, vetro e organico e ridurre al 5% lo smaltimento a partire dal conferimento in discarica. 

L’attenzione si sposta quindi sulla parte a monte della filiera del rifiuto e non più su quella terminale coincidente con lo smaltimento, affrontando i temi della riduzione del rifiuto, della raccolta e dell’industrializzazione del riciclo. Quest’ultimo aspetto sarà affrontato anche attraverso la promozione di Accordi volontari che consentiranno la valorizzazione delle frazioni di rifiuti differenziati nell’ambito di cicli produttivi locali, favorendo quindi la crescita e lo sviluppo delle aziende locali operanti nel settore della Green Economy.

Il piano prevede inoltre di premiare i comportamenti virtuosi attraverso l’adozione della “tariffa puntuale”, secondo il principio “paghi quanto butti”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento

Italian Energy Summit

Italian Energy Summit

Il 29 settembre e 30 settembre si svolge con un nuovo format digitale l'Italian Energy Summit ...