L’Emilia Romagna destina 40 milioni per l’efficienza energetica delle imprese

Le risorse spingeranno le tre R: ricerca, risparmio e rinnovabili

L’Emilia Romagna punta sempre più a sostenere sviluppo sostenibile, rinnovabili ed efficienza energetica e, nell’ambito del nuovo Piano energetico regionale, mette a disposizione delle imprese per i prossimi 5 anni 40 milioni di euro di finanziamenti europei Por Fesr.

Gli incentivi, volti a favorire la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas serra delle imprese e delle aree produttive, lungo tutto il processo produttivo, saranno distribuiti attraverso il nuovo fondo rotativo per l’Energia e contributi a fondo perduto.

I finanziamenti interesseranno dunque tutte le fasi, dalla progettazione alla realizzazione del prodotto, compresa l’installazione di impianti energetici da fonte rinnovabile per l’autoconsumo.

La Regione segnala che periodo 2007/2013 sono stati finanziati più di 600 progetti di riqualificazione e sostenibilità energetica attraverso bandi regionali, fondi europei Por Fesr e il Fondo energia. In particolare molti progetti hanno riguardato la riqualificazione energetica delle imprese (12 milioni erogati, 107 imprese ammesse e oltre 20mila tep, tonnellate equivalenti di petrolio, risparmiate), la rimozione dell’amianto e l’installazione di pannelli fotovoltaici (210 progetti finanziati, 210mila metri quadri di amianto rimossi, 1.500 tep risparmiate) e il Fondo energia, che aveva una dotazione di 24 milioni di euro per finanziare i progetti di sostenibilità energetica delle imprese (224 i progetti finanziabili).

L’Emilia Romagna inoltre dal 2008 in poi ha registrato una crescita significativa dei “titoli di efficienza energetica” (Tee), principale strumento a disposizione degli operatori per poter incentivare l’efficienza energetica nell’industria. Tra gennaio e dicembre 2014 l’Emilia è stata tra le prime regioni, insieme a Lombardia, Puglia e Veneto in termini di concentrazione di Tee rilasciati. Nello stesso periodo, i dati sui risparmi di energia certificati indicano che i maggiori volumi si sono concentrati in Lombardia e Emilia-Romagna.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento