L’energia del sole per una bicicletta elettrica

Solsonica e POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, bandiscono un concorso finalizzato alla selezione di progetti innovativi relativi a una bicicletta assistita elettricamente e a una pensilina fotovoltaica per il suo ricovero e ricarica. I due prodotti (bicicletta assistita e pensilina) dovranno costituire un unico progetto che dimostri continuità in termini funzionali, di usabilità ed estetici, e che veicoli i valori e l'identità del marchio Solsonica.
 
Tema del concorso
Bicicletta assistita 
La bicicletta dovrà trasmettere, dal punto di vista espressivo, l'identità del marchio Solsonica (www.solsonica.com) e veicolare i valori della mobilità sostenibile, dell'ecologia e delle scelte responsabili. Dal punto di vista funzionale la bicicletta dovrà essere dotata di batteria autonoma e asportabile e consentire di convertire il funzionamento da assistita a veicolo a pedali. Non sono invece fissati vincoli specifici per quanto riguarda morfologia, tipologia, tecniche e materiali costruttivi.
Pensilina fotovoltaica
La pensilina dovrà essere alimentata con pannelli fotovoltaici per la ricarica di uno o più pacchi batteria. Dovrà ospitare la bicicletta a pedalata assistita ed eventualmente altri tipi di veicoli elettrici. La pensilina dovrà essere installata in contesti di uso privato e potersi connettere alla rete elettrica.
 
Indicazioni di approfondimento circa il sistema di alimentazione fotovoltaico
La tecnologia fotovoltaica cui fare riferimento è quella del Silicio (mono o multi) Cristallino che si basa su celle di dimensioni 156mm x 156mm (spessore 200μm), assemblabili in serie in matrici rigide a composizione variabile (6×6, 4×8…). Per garantire una tensione utile di ricarica di 16V, dovrà essere prevista una superficie esposta in grado di ospitare almeno 32 celle. Il colore delle celle è nero-blu e non è modificabile. Essendo le celle molto fragili sono in genere racchiuse in due lastre piane, quella superiore è costituita da un vetro trasparente, mentre quella posteriore è costituita da un pannello rigido generalmente opaco, ma che potrebbe essere anch'esso trasparente.
In alternativa al pannello rigido è ipotizzabile anche il ricorso a un film polimerico protettivo trasparente. In questo caso il pannello può essere considerato flessibile con un raggio di curvatura che non può essere inferiore a 1600mm. In tale ipotesi il pannello può arrivare a uno spessore minimo di 2mm, ma non può essere considerato autoportante. Deve essere inoltre prevista l'integrazione di una scatola per i collegamenti elettrici dei moduli di dimensioni minime 140x80x20 mm posizionabile a una delle estremità del pannello fotovoltaico.
 
La Giuria è composta da nove membri con diritto di voto:
Arturo Dell'Acqua Bellavitis Preside Scuola del Design – Politecnico di Milano
Luisa Bocchietto Presidente ADI – Associazione per il Disegno Industriale
Francesco Trabucco Designer e professore ordinario, Dip. INDACO – Politecnico di Milano
Silvia Piardi Direttore Dipartimento INDACO – Politecnico di Milano
Antonio Colombo President Gruppo srl (Cinelli-Columbus)
Andrea Ratti Docente di tecnologia, Dip. INDACO – Politecnico di Milano
Paolo Mutti CEO – Solsonica spa
Laura Caserta Marketing manager – Solsonica spa
Pasquale Amideo Chief technical officer – Solsonica spa
Il monte premi complessivo è di Euro 7.000 che sarà così ripartito:
1° premio 4000 €
2° premio 2000 €
3° premio 1000 €
Deadline 29/6/12
 
 

Bando concorso per una bicicletta assistita elettricamente e a una pensilina fotovoltaica per il suo ricovero e ricarica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento