IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il bonus amianto per le sostituzioni con FV

 

Bozza decreto rinnovabili con incentivi al Fotovoltaico

 

La bozza del Decreto rinnovabili elettriche che sta girando in questi giorni, dopo l’approvazione del Ministro dello Sviluppo Economico e ora in esame dal Ministro dell’Ambiente, prevede l’ammissione agli incentivi anche per il fotovoltaico, con benefici più significativi per chi lo utilizza in sostituzione dell'amianto.

 

In particolare il Decreto stabilisce l’accesso agli incentivi per il fv per gli impianti di potenza superiore ai 20 kW, che non hanno accesso alle detrazioni fiscali, considerando la diminuzione dei costi e l’alto potenziale sfruttabile.

 

Non sono ammessi dal decreto gli incentivi per gli impianti fotovoltaici che si trovano in aree agricole.

 

Sono ammessi ai meccanismi di incentivazione, previa partecipazione a procedure pubbliche per la selezione dei progetti da iscrivere in appositi registri. Gli impianti fotovoltaici di potenza inferiore a 1 MW concorreranno nei registri con l’eolico onshore.

  • gli impianti di nuova costruzione, integralmente ricostruiti e riattivati, di potenza inferiore ad 1 MW;
  • gli impianti oggetto di un intervento di potenziamento, qualora la differenza tra il valore della potenza dopo l’intervento e quello della potenza prima dell’intervento sia inferiore ad 1 MW;
  • gli impianti oggetto di rifacimento di potenza inferiore ad 1 MW.

Per gli impianti con potenza pari o superiore a 1 MW si procederà con il meccanismo delle aste al ribasso.

 

Le tecnologie che prende in considerazione il Decreto sono le seguenti:

a) eolico onshore e fotovoltaico che hanno evidenziato una più marcata capacità di riduzione dei costi e che hanno strutture e livelli di costi tali da poter competere o anche integrarsi nelle offerte;

b) idroelettrico, geotermoelettrico, gas residuati dei processi di depurazione e gas di discariche esaurite che presentano strutture di costo simili a eolico onshore e fotovoltaico ma una capacità di compressione dei costi meno marcata e potenziali di sviluppo più limitati.

 

Il GSE pubblicherà i bandi relativi alle procedure di asta e registro: la prima scadenza è il 31 gennaio 2019, poi ogni 4 mesi fino al 31 gennaio 2021. il periodo di presentazione delle domande di partecipazione è di 30 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del bando e la graduatoria sarà pubblicata sul sito del GSE entro 90 giorni dalla chiusura del bando.

 

I bandi per l’iscrizione al registro, sono divisi in 4 gruppi:

  • Gruppo A dedicato a eolico e fotovoltaico;
  • Gruppo A-2:  impianti fotovoltaici i cui moduli sono installati in sostituzione di coperture di edifici su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto. La potenza complessiva è di 700 MW.
  • Gruppo B: impianti idroelettrici, geotermoelettrici, impianti a gas residuati dei processi di depurazione ed impianti alimentati da gas di discarica;
  • Gruppo C: rivolto a impianti eolici, idroelettrici e geotermoelettrici oggetto di rifacimento totale o parziale.

La potenza messa a disposizione per l’iscrizione ai registri dei vari bandi è indicata in tabella:

potenza per incentivi rinnovabili decreto

 

Dovranno poi  essere rispettati i tempi definiti per l’entrata in esercizio degli impianti.

 

I bandi per le procedure d’asta, sono divisi in tre gruppi:

  • Gruppo A dedicato a eolico e fotovoltaico;
  • Gruppo B: impianti idroelettrici, geotermoelettrici, impianti a gas residuati dei processi di depurazione ed impianti alimentati da gas di discarica;
  • Gruppo C:  a impianti eolici, idroelettrici e geotermoelettrici oggetto di rifacimento totale o parziale.

La potenza messa a disposizione nelle aste è mostrata in tabella: 

Potenza messa a disposizione per aste, bando rinnovabili

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/03/2019

Cellule fotovoltaiche, i record di Insolight

A Losanna, all’Innovation Park della Scuola Politecnica, Insolight ha sviluppato un pannello fotovoltaico con rendimenti in opera del 29%. Un risultato ottenuto grazie all’applicazione di lenti in grado di focalizzare la luce del sole su celle ...

11/03/2019

Definire la qualit nei moduli fotovoltaici

Come si può valutare la qualità dei moduli fotovoltaici considerando prestazioni e efficienza, che devono continuamente migliorare e costi, che continuano a diminuire? E' fondamentale la competenza del produttore. Quali sono le ...

22/02/2019

+36% per il fotovoltaico in UE nel 2018

Pubblicata da SolarPower Europe una stima del mercato fotovoltaico europeo nel 2018, che ha registrato una crescita importante, installando  8,0 GW di impianti solari, contro i 5,9 del 2017. Ottime previsioni per il 2019     Cresce il ...

21/02/2019

Nel 2018 crescono fotovoltaico, eolico, idroelettrico e bioenergie

I dati pubblicati da Anie Rinnovabili evidenziano una crescita del 28% nel 2018 rispetto al 2017 per le nuove installazioni FER che nel complesso raggiungono 1162 MW     Segno + per le rinnovabili nel 2018 che complessivamente raggiungono 1162 ...

14/02/2019

Ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico, lAgenzia aggiorna le Guide

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito le Guide aggiornate a febbraio 2019 con le modalità per avere accesso alle detrazioni, confermate dalla Legge di Bilancio 2019, per le ristrutturazioni edilizie, risparmio energetico e bonus ...

07/02/2019

La crescita di fotovoltaico ed eolico in Europa

Agora Energiewende e Sandbag hanno presentato la valutazione annuale del sistema elettrico dell'UE per il 2018: lo scorso anno l'elettricità rinnovabile ha ridotto del 5% le emissioni di CO2 nel settore energetico dell'Unione, con la progressiva ...

30/01/2019

Le novit per gli impianti fotovoltaici dallultima bozza del Decreto FER

Il testo dell’atteso Decreto FER è stato inviato a Bruxelles per la verifica sulla presenza di aiuti di stato, di cui non vi è traccia.   A cura di: Ing. Nicola Baggio     In quest’ultima e speriamo ...

30/01/2019

Sicurezza antincendio impianti fotovoltaici, facciamo chiarezza

I Vigili del Fuoco ci aiutano a fare chiarezza su un tema importante: è consentito installare impianti fotovoltaici commerciali anche se non dotati di ottimizzatori di potenza per il distacco automatico in caso di incendio     Il tema ...