IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Clima, Italia all'Ue: ancora un anno per l'analisi dei costi

Clima, Italia all'Ue: ancora un anno per l'analisi dei costi

L'analisi costi-efficacia del pacchetto Ue clima-energia "non può essere conclusa in modo definitivo entro la fine del 2008" pertanto "sarà necessario assicurare un'analisi costi-efficacia su un arco di tempo non inferiore a 12-15 mesi".

C'è una nuova posizione dell'Italia in merito alla partita clima che il nostro paese giocherà il prossimo lunedì in Lussemburgo al Consiglio dei ministri dell'Ambiente Ue. In particolare l'Italia detta una "tabellina di marcia" e avanza l'ipotesi che il Consiglio Europeo di dicembre potrebbe approvare il pacchetto con una clausola di "revisione" che preveda l' "aggiustamento" delle misure in relazione ai risultati dell'analisi costi-efficacia da effettuare nel corso del 2009.

La road map italiana sul clima

Nei prossimi due mesi, secondo l'Italia, sarà possibile definire il quadro di riferimento dei dati di base necessari per effettuare l'analisi costi-efficacia e per elaborare i diversi scenari connessi alla evoluzione sia del negoziato che della situazione economica.

Poi, per assicurare una corretta e realistica analisi sarà necessario prevedere un programma di lavoro fino a tutto il 2009, che potrà avere due obbiettivi intermedi: 1)predisposizione dei dati di riferimento e della metodologia di analisi per il Consiglio Europeo di dicembre. Il Consiglio Europeo potrebbe approvare il pacchetto con una clausola di "revisione" che preveda l' "aggiustamento" delle misure in relazione ai risultati dell'analisi costi-efficacia da effettuare nel corso del 2009; 2) monitoraggio dell'evoluzione del negoziato internazionale e della situazione economico-finanziaria, con la predisposizione dei relativi scenari di impatto del pacchetto, necessari per l' "aggiustamento" delle decisioni prese a dicembre 2008. Due i criteri di riferimento per quest'analisi dei costi indicati nel documento: promozione di misure analoghe o comparabili da parte delle piu' importanti economie extra europee (USA, Giappone, Canada, Cina, India, Brasile); effetti sulla competitivita' dell'economia europea nei mercati globali.

La Commissione Ue, siamo fiduciosi per accordo entro 2008

La Commissione Ue è "consapevole che alcuni stati membri hanno preoccupazioni", ma è anche "fiduciosa" che verrà trovata una soluzione "costruttiva" che farà fronte a queste preoccupazioni e che un "accordo complessivo" sul pacchetto clima-energia, verrà trovato entro dicembre 2008 così come indicato dai capi di Stato e Governo al Consiglio europeo di questa settimana. Lo ha sottolineato uno dei portavoce della Commissione Ue Jens Mester. La Commissione, ha sottolineato Mester, ritiene anche che un "accordo complessivo sarà possibile senza indebolire il livello generale di ambizione" del pacchetto, sul quale l'eurogoverno si dice pronto ad accelerare il lavoro, cosi' come indicato dai leader Ue, nel summit, di questa settimana.

Fonte: RaiNews24

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/11/2018

Gli effetti macroeconomici del cambiamento climatico

La Banca Centrale europea, attraverso uno dei suoi consiglieri, Benoît Cœuré, esprime molta preoccupazione rispetto ai cambiamenti climatici, destinati ad influenzare anche la politica monetaria dell'Unione      Il ...

13/11/2018

Le strategie per rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030

Obiettivi di decarbonizzazione al 2030 ambiziosi ma raggiungibili. Le proposte del coordinamento Free: puntare su economia circolare, raddoppiare le rinnovabili, accelerare la transizione verso la mobilità sostenibile     Il ...

12/11/2018

Perch scegliere una Passivhaus

Il 24 novembre a Riva del Garda la 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus dedicata al tema sempre più attuale degli edifici ad energia quasi zero e alla responsabilità sociale in materia di edifici e su scala urbana     Sabato 24 ...

07/11/2018

La scelta e l'obbligo dello sviluppo delle rinnovabili

Il primo giorno di Ecomondo e Key Energy ha offerto occasioni di confronto fra gli operatori del settore consapevoli che la crescita del Paese non può che passare da rinnovabili ed efficienza eneregtica     Il mondo delle rinnovabili si ...

05/11/2018

Ecomondo e Key Energy al via, tra rinnovabili ed economia circolare

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa inaugurerà domani mattina la manifestazione internazionale dedicata alle innovazioni più efficienti e alle ultime tecnologie su efficienza energetica, rinnovabili ed economia ...

02/11/2018

Mattarella firma la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus

Dopo la bollinatura della Ragioneria di Stato e la firma del Presidente Mattarella, la Legge di Bilancio approda alle Camere per i passaggi parlamentari. Le novità per l'edilizia     Lo scorso 31 ottobre la Ragioneria di Stato ha ...

23/10/2018

Nuovi modelli di teleriscaldamento a bassa temperatura

Sarà testato in quattro siti reali il modello sviluppato da Eurac Research per recuperare calore di scarto dalle attività produttive: nuovo progetto Life4HeatRecovery sul recupero del calore di scarto per teleriscaldamento e ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...