Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il COVID-19 impatta anche sull'industria eolica

Il COVID-19 impatta anche sull'industria eolica

Le tecnologie rinnovabili soffrono dell'impatto del Coronavirus. L'allarme di WindEurope per l'industria eolica

 

Il COVID-19 impatta anche sull'industria eolica

 

L'associazione europea WindEurope ha pubblicato sul sproprio sito un comunicato in cui esprime preoccupazione per le ripercussioni che l'emergenza Coronavirus potrebbe causare su un settore importante e in sviluppo, a causa del blocco dell'attività industriale in Cina, anche se è troppo presto per valutare l'impatto sulla diffusione dell'energia eolica in Europa.

 

L'industria eolica europea è tra le più importanti a livello globale nel mercato delle turbine eoliche, le aziende europee realizzano infatti progetti in più di 80 paesi in tutto il mondo. Le imprese naturalmente si affidano a catene di fornitura per le materie prime e i componenti sia europee che globali. Il virus COVID-19 sta ostacolando il commercio internazionale, creando ritardi e incertezze per diversi settori industriali. Con l'aumento del numero di infezioni, è probabile che l'industria eolica europea ne risenta.

 

La prima analisi di Wind Europe fa pensare che il virus COVID-19 avrà effetti moderati sulle catene di fornitura internazionali di energia eolica, ma in Europa la situazione diventa ogni giorno più complessa,  ci troviamo ancora in una fase relativamente precoce per stimare quale sarà il suo impatto sulla produzione e sui ricavi del settore. Tuttavia, si possono già osservare i primi ritardi logistici nella catena di approvvigionamento. "Un effetto a catena di un rallentamento della produzione manifatturiera cinese è già visibile in altri paesi. L'industria eolica non è, naturalmente, l'unico settore a patire le difficoltà delle quarantene, delle restrizioni nei movimenti e delle fabbriche chiuse. I produttori di veicoli e imbarcazioni, i produttori di pannelli solari e di batterie sono colpiti in modo simile. Dovremo adottare un approccio strategico per garantire che i disagi siano ridotti al minimo", commenta Giles Dickson, CEO di WindEurope, in merito alla strategia industriale della Commissione Europea presentata all'inizio di questa settimana.

 

"A causa del Coronavirus vedremo probabilmente dei ritardi nello sviluppo di nuovi progetti di parchi eolici che potrebbero far sì che gli sviluppatori non riescano a rispettare le scadenze per l'installazione nei sistemi di aste dei paesi e incorrere in sanzioni finanziarie. I governi dovrebbero essere flessibili su come applicare le loro regole. E se le aste in corso non sono sottoscrivibili perché gli sviluppatori non possono fare offerte in tempo, i governi dovrebbero aggiudicare ciò che possono e mettere all'asta gli altri volumi in una fase successiva", ha concluso Dickson.

 

TEMA TECNICO:

Eolico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
09/03/2020

+21% le installazioni di rinnovabili fra gennaio-novembre

Pubblicato da Anie Rinnovabili l'Osservatorio di novembre 2019: crescono nei primi 11 mesi dell'anno le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che complessivamente superano 1 GW di potenza     Crescono del 21% le ...

27/02/2020

Fonti rinnovabili in Italia e Europa, i dati aggiornati del GSE

Il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato sul proprio sito il documento aggiornato con le statistiche su sviluppo e diffusione delle fonti rinnovabili in Italia ed Europa nel 2018     Indice degli argomenti: Diffusione delle FER in ...

12/02/2020

L’eolico offshore sbanca in Europa, un anno da record con 3,6 Gigawatt di nuova capacità

Il rapporto di WindEurope racconta che nel 2019 si è giunti a un totale di 22 GW in mare. I costi di questa tecnologia continuano a scendere in modo significativo mentre aumentano gli investimenti in nuovi parchi che sono arrivati a 6 miliardi di euro. ...

15/01/2020

Raddoppiare le rinnovabili entro il 2030 per raggiungere gli obiettivi di transizione energetica

L'Irena sostiene che nei prossimi 10 anni, per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile e tracciare un percorso verso la sicurezza del clima, 10 trilioni di dollari di investimenti in combustibili fossili dovranno essere spostati verso la ...

03/01/2020

Record in Gran Bretagna: nel 2019 l'elettricità a zero emissioni supera i combustibili fossili

Nel 2019 per la prima volta nel Regno Unito è stata prodotta più energia dalle rinnovabili che dalle fossili. E' quanto riporta l'ente nazionale energetico National Grid. Nel complesso energia eolica, fotovoltaica, idroelettrica e nucleare ...

12/12/2019

Gennaio-agosto 2019, + 49% per le rinnovabili

Crescono nei primi 9 mesi del 2019 le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che nel complesso a fine agosto 2019 raggiungono 771 MW. + 200% per eolico,+28% per fotovoltaico. L'Osservatorio di Anie ...

25/10/2019

Le pale eoliche: energia green per salvare il pianeta

L’energia eolica è l’energia che si ottiene sfruttando la forza del vento, è una delle energie rinnovabili e alternative più diffuse ed efficienti, ed è totalmente green ed ecosostenibile poiché non produce ...

24/09/2019

IEA: per le rinnovabili crescita a due cifre nel 2019

Secondo l'Agenzia Internazionale per l'Energia, nel 2019, dopo lo stallo dello scorso anno, saranno installati 200 GW di nuova capacità rinnovabile, grazie soprattutto a eolico e fotovoltaico     L'aumento della capacità di ...