IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Corrono gli investimenti nelle rinnovabili

Corrono gli investimenti nelle rinnovabili

Presentato l’Irex Annual Report: nel 2017 13,5 miliardi di investimenti nelle rinnovabili, per una potenza di 13,4 GW, soprattutto all’estero.

 

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili in Italia e all'estero

 

Nel 2017 gli investimenti in rinnovabili tra Italia e, soprattutto, estero hanno toccato i 13,5 miliardi, per un installato di 13,4 GW, in crescita dell’87% rispetto al 2016 (6,8 GW). 

 

E’ il dato principale che emerge dall’Irex Annual Report. L’evoluzione del mercato elettrico tra nuovi modelli di business e policy nazionali presentato a Roma e realizzato da Althesys, che analizza gli investimenti "utility scale" realizzati in Italia da operatori italiani e stranieri e all’estero dai soli player italiani.

 

Lo Studio presenta anche un bilancio degli investimenti italiani nelle rinnovabili negli ultimi 10 anni evidenziandone il ruolo sempre più strategico per l’intero settore elettrico. Alessandro Marangoni, capo del team di ricerca e ceo di Althesys sottolinea infatti che il Rapporto, che compie appunto 10 anni, da studio di nicchia analizza oggi tutta l'industria elettrica. I ruolo delle rinnovabili è divenuto sempre più centrale, continua Marangoni, tanto che nel 2017 hanno rappresentato l’85% della nuova capacità installata.

 

Per quanto riguarda l’analisi degli investimenti, delle oltre 200 operazioni messe in campo lo scorso anno, la maggior parte è stata destinata a nuovi progetti; il 55% delle operazioni è in Italia, ma l’88% della potenza è all’estero. Il mercato italiano in ogni caso cresce rispetto al 2016, con 1,1 GW (400 MW l’anno precedente) e quasi 1,4 miliardi di euro. 

La tecnologia che ha mosso più operazioni è quella del fotovoltaico (44%) seguita dall’eolico (20%) e dalla Smart Energy (12%).

Per fotovoltaico ed eolico si segnalano cali delle tariffe legati alle aste al ribasso che hanno ridotto i ritorni degli investimenti, in parte mitigato dalla ripresa dei prezzi elettrici.

 

Il Rapporto evidenzia un dato interessante, ovvero che stanno iniziando a crescere gli interventi di rinnovamento degli impianti, anche se per ora pesano solo per l’1% delle operazioni.

 

Un campanello d’allarme è legato all’adeguatezza del sistema elettrico italiano rispetto alla maggior penetrazione delle rinnovabili, specialmente nel medio-lungo periodo (2030-40), quando l’invecchiamento del parco termoelettrico metterà a rischio la capacità del sistema di soddisfare i fabbisogni.

 

Fra i fattori di maggiore impatto per il futuro si segnala lo sviluppo delle soluzioni digitali e Internet of Things, che porterà a dei cambiamenti sulle modalità di scambio, trasporto e consumo dell’energia. Altro fattore determinante sarà quello giocato dai consumatori, che stanno sempre più  evolvendo verso schemi di prosumer e comunità energetiche.

Diventa dunque prioritario, si legge nel comunicato stampa, "definire come attuare in concreto la Strategia Energetica Nazionale, individuando strumenti adeguati: dall'atteso decreto per il periodo 2018-20 alle misure per il rinnovamento degli impianti esistenti, dal capacity market fino a meccanismi che favoriscano il decollo dei contratti di lungo periodo".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
15/10/2018

La sostenibilità deve fare rete

Che cosa significa smart, cosa sono gli smart building e quali aspetti coinvolge il futuro smart? E’ partita da qui la terza edizione di KlimahouseCamp, momento di confronto e dibattito di alto livello tra importanti attori del mondo accademico, ...

15/10/2018

La visione di Di Maio per un Italia rinnovabile e sostenibile

L’impegno del Governo per la sostenibilità annunicato da Di Maio in un video messaggio prevede introduzione dell’Ires verde, conferma ecobonus e risorse a sostegno delle rinnovabili     Il vice premier e Ministro dello ...

10/10/2018

Le bioenergie guideranno la crescita delle rinnovabili al 2023?

IEA ha pubblicato uno studio in cui si parla delle bioenergie come le rinnovabili che cresceranno maggiormente fino al 2023, grazie alle importanti possibilità di utilizzo nel settore del calore e dei trasporti nei quali le altre fonti green ...

09/10/2018

Limitare il surriscaldamento a 1,5° per salvare il pianeta

Presentato il Rapporto IPCC che lancia l'allarme per il clima: necessario intensificare gli sforzi per combattere il surriscaldamento globale, puntare sulle rinnovabili e ridurre i consumi energetici, limitando il surriscaldamento a 1,5°  A poche ...

09/10/2018

Nella nota di aggiornamento DEF confermati Ecobonus e Sismabonus

Nella nota di aggiornamento del DEF presentata alle Camere sono confermati ecobonus e sismabonus per gli interventi di riqualificazione degli edifici     Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato la Nota di Aggiornamento del ...

04/10/2018

La trasformazione del mercato elettrico in Italia

A Milano il 25 ottobre la presentazione della seconda edizione dell'Electricity Market Report realizzato dall'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, dedicato agli scenari strategici del mercato elettrico in Italia, tra diffusine dei sistemi ...

03/10/2018

In agosto cala la domanda di elettricità, crescono le rinnovabili

Pubblicato da Terna il Report relativo ai consumi elettrici ad Agosto: -1,1% rispetto allo scorso anno. Le rinnovabili nel complesso coprono il 36,8% grazie alla buona performance dell'idrico che segna un +13%. In calo le altre ...

02/10/2018

Le rinnovabili nei trasporti

Pubblicato dal GSE il Rapporto "Energia nel settore dei trasporti" che fotografa i consumi energetici del settore, i cambiamenti avvenuti negli ultimi 10 anni, i dati sui biocarburanti immessi in consumo in Italia nel 2017 e la percentuale di ...