IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Coworking eco-sostenibili

Coworking eco-sostenibili

Lavorare in ambienti green friendly: ecco l’obiettivo di questi 3 coworking in giro per il mondo


a cura di Fabiana Valentini

 

Coworking eco-sostenibili, il TreeXOffice a Londra

 

Essere freelance significa doversi spostare spesso e talvolta avere bisogno di punti di appoggio per una riunione o per incontrare un cliente. I coworking nascono per soddisfare queste esigenze: si tratta di spazi di lavoro polifunzionali dotati di ogni comfort.

 

Ci sono alcune hub creative che mettono a disposizione ambienti in cui lavorare e rilassarsi circondati dal verde: andiamo alla scoperta di tre incredibili progetti di coworking eco-sostenibili, luoghi di lavoro alternativi davvero unici. 

TreeXOffice – Londra 

Un progetto di coworking che più green non si può: stiamo parlando dell’innovativo TreeXOffice (img in apertura), l’installazione creata dallo studio londinese Tate Harmer. Uno spazio di lavoro particolare e creativo quello progettato a Hoxton Square in occasione del London Festival of Architecture: la struttura ruota attorno a un tronco di albero ed è completamente immersa nel verde cittadino.

 

L'ufficio sull'albero TreeXOffice a Londra

Il TreeXOffice è completamente immerso nella natura: il progetto fa parte dell’iniziativa Park Hack Project, voluta dalla città di Londra per sollecitare i cittadini a vivere il parco.

 

Il progetto creato dai designer Natalie Jeremijenko, Shuster + Moseley, Tim Lucas Prezzo e Myers fa parte dell’iniziativa Park Hack Project voluta dalla città di Londra per stimolare i cittadini a vivere maggiormente le aree verdi.

 

TreeXOffice a Londra, completamente immerso nella natura

L’ufficio sull’albero è dotato di ogni comfort per permettere ai freelance di poter svolgere comodamente il proprio lavoro.

 

Cambia così radicalmente il concetto di luogo di lavoro: con TreeXOffice è possibile dedicarsi ai propri progetti in un ambiente rilassante come quello del parco. Questo piccolo e unico spazio può essere affittato e condiviso: “l’albero-ufficio” ha tutto ciò che serve per poter lavorare, come elettricità, connessione wi-fi e otto postazioni.

 

Vediamo la struttura nel dettaglio. Il progetto del TreeXOffice presenta una piattaforma tonda che avvolge un albero del parco ed è formata da pannelli in policarbonato traslucido apribili così da far entrare più aria nella struttura. La copertura è rivestita da un pannello circolare in grado di riparare il coworking dalle intemperie e al tempo stesso far entrare luce naturale.

 

I pannelli in policarbonato apribili di TreeXOffice a Londra

 

Second Home – Lisbona

Il progetto di Second Home, a cura di SelgasCano, nasce per essere una “casa lontano da casa”, un luogo accogliente e creativo dove poter lavorare immersi in uno splendida cornice green. Questa bellissima struttura nasce dal recupero del Mercado da Ribeira, storica location di Lisbona: qui gli architetti si sono occupati di progettare un ambiente stimolante e accogliente, in grado di ricreare una dimensione di familiarità domestica anche al lavoro.

 

Coworking sostenibile Second Home a Lisbona

Second Home è una vera e propria “seconda casa” per i lavoratori freelance: gli architetti hanno progettato un ambiente confortevole a misura d’uomo per stimolare il lavoro e l’interscambio culturale.

 

Un ambiente di lavoro può essere a misura d’uomo, stimolare la creatività e favorire la sostenibilità al tempo stesso? La risposta per gli architetti di SelgasCano è affermativa: il progetto Second Home vede la presenza di un grande tavolo sociale dalle forme sinuose pensato per favorire lo scambio di opinioni e il rapporto tra persone e al tempo stesso garantire privacy agli associati.

 

La biblioteca dello spazio coworking Second Home a Lisbona

Tante sono le aree svago presenti: biblioteca, caffetteria, sala cinema e molto altro è a disposizione degli iscritti.

 

L’ambiente è luminoso e colorato: i toni vivaci delle palette scelte, unite agli arredi rafforzano l’atmosfera gioiosa che gli architetti intendono promuovere. Numerose sono le aree svago: biblioteca, bar, sala cinema e benessere attendono i professionisti che lavorano negli spazi del Mercado de Ribeira.

 

Tante piante inserite nello spazio di lavoro Second Home a Lisbona

Le piante sono state inserite al fine di combattere l’inquinamento indoor, oltre a svolgere il ruolo di divisore di ambienti senza dover costruire pareti. Il risultato è un ambiente arioso e colorato.

 

L’ufficio è disseminato da piante che rendono l’ambiente caratteristico e non solo: la loro funzione è quella di dividere lo spazio tra le postazioni, assorbire lo smog e il rumore. Grazie alle piante è dunque possibile combattere l’inquinamento indoor e garantire privacy agli associati, senza dover ricorrere a barriere architettoniche. 

inEDI – Milano

Il coworking è approdato da tempo anche in Italia: sempre più città si stanno attrezzando per proporre spazi in cui i freelance possano lavorare e far rete tra loro. Un esempio di spazio coworking con una particolare vocazione green è quello di inEDI a Milano, in zona Paolo Sarpi, un polo di lavoro ideato da Effetti Digitali Italiani, società specializzata in effetti visivi.

 

Questo spazio creativo per i creativi digitali offre oltre 900 metri quadrati e cinquanta postazioni per i professionisti. "Vorremmo che inEDI diventasse un incubatore e un acceleratore per freelance e startup, grazie al supporto dell’esperienza e delle competenze che abbiamo maturato in sedici anni di attività nel mondo della pubblicità e del cinema, nazionale e internazionale”. Queste sono le parole diFrancesco Grisi, socio fondatore di EDI, il quale spiega il valore aggiunto di questo coworking: essere un hub culturale in grado di mettere in comunicazione i freelance con i professionisti del mondo EDI.

 

Coworking sostenibile inEDI a Milano

Nel coworking inEDI l’aspetto della sostenibilità ambientale è importante: qui moduli eco-compatibili e air plants combattono l’inquinamento indoor.

 

Particolare attenzione viene data all’aspetto green del progetto: l’energia elettrica proviene da fonti rinnovabili e tutti gli arredi presenti sono realizzati da materiali riciclati.

 

Lavorare e vivere in maniera eco-sostenibile è possibile a Milano: grazie alla collaborazione con il designer Pietro Follini, nell’hub sono presenti moduli eco-compatibili e air plants (piante biofiltranti) per combattere l’inquinamento indoor. Inoltre il coworking favorisce la mobilità sostenibile mettendo a disposizione dei professionisti delle biciclette secondo il principio del bike sharing.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/11/2018

Gli effetti macroeconomici del cambiamento climatico

La Banca Centrale europea, attraverso uno dei suoi consiglieri, Benoît Cœuré, esprime molta preoccupazione rispetto ai cambiamenti climatici, destinati ad influenzare anche la politica monetaria dell'Unione      Il ...

13/11/2018

Le strategie per rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030

Obiettivi di decarbonizzazione al 2030 ambiziosi ma raggiungibili. Le proposte del coordinamento Free: puntare su economia circolare, raddoppiare le rinnovabili, accelerare la transizione verso la mobilità sostenibile     Il ...

12/11/2018

Perch scegliere una Passivhaus

Il 24 novembre a Riva del Garda la 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus dedicata al tema sempre più attuale degli edifici ad energia quasi zero e alla responsabilità sociale in materia di edifici e su scala urbana     Sabato 24 ...

07/11/2018

La scelta e l'obbligo dello sviluppo delle rinnovabili

Il primo giorno di Ecomondo e Key Energy ha offerto occasioni di confronto fra gli operatori del settore consapevoli che la crescita del Paese non può che passare da rinnovabili ed efficienza eneregtica     Il mondo delle rinnovabili si ...

05/11/2018

Ecomondo e Key Energy al via, tra rinnovabili ed economia circolare

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa inaugurerà domani mattina la manifestazione internazionale dedicata alle innovazioni più efficienti e alle ultime tecnologie su efficienza energetica, rinnovabili ed economia ...

02/11/2018

Mattarella firma la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus

Dopo la bollinatura della Ragioneria di Stato e la firma del Presidente Mattarella, la Legge di Bilancio approda alle Camere per i passaggi parlamentari. Le novità per l'edilizia     Lo scorso 31 ottobre la Ragioneria di Stato ha ...

23/10/2018

Nuovi modelli di teleriscaldamento a bassa temperatura

Sarà testato in quattro siti reali il modello sviluppato da Eurac Research per recuperare calore di scarto dalle attività produttive: nuovo progetto Life4HeatRecovery sul recupero del calore di scarto per teleriscaldamento e ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...