IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Greenpeace al G8: un milione di lavoratori verdi per superare la crisi

Greenpeace al G8: un milione di lavoratori verdi per superare la crisi

Alla vigilia del G8 a L'Aquila, Greenpeace lancia in anteprima i risultati del suo nuovo rapporto "Powering G8 Job Creations": come creare posti di lavoro proteggendo il clima.
Lo studio dimostra che se i paesi del G8 saranno capacio di investire in energie pulite e nella creazione di "lavori verdi" saranno creati entro il 2020 oltre un milione di nuovi posti di lavoro nelle rinnovabili, 460mila più di quanti ne sarebbero stati creati continuando a investire in energie convenzionali, e saranno ridotte le emissioni di CO2 dal settore dell'energia del 50% entro il 2030.
Un chiaro messaggio ai governi del G8 affinchè affrontino i cambiamenti climatici creando occupazione e investendo in energie pulite.
L'anteprima del rapporto presenta le previsioni occupazionali per i paesi del G8 e dimostra che, attraverso la ‘Rivoluzione Energetica', proprio in questi otto paesi si raggiungerebbero nel 2030 oltre un milione e 800mila posti di lavoro nelle rinnovabili, ottenendo contemporaneamente una riduzione del 50% delle emissioni di CO2 nel settore dell'energia.
I governi dei Paesi industrializzati, per primi quelli del G8, devono prendere impegni precisi e ambiziosi per affrontare i cambiamenti climatici al prossimo summit di Copenhagen a dicembre.
"La crisi climatica e quella economica vanno affrontate insieme - spiega Andrea Lepore, della campagna clima di Greenpeace - Investire in energie rinnovabili e in efficienza è la soluzione per salvare il clima, creare occupazione e rilanciare l'economia".
Anche l'Italia ha tutto da guadagnare dall'investire in energie pulite ed efficienza. Un recente studio dell'Università Bocconi dimostra che, investendo nelle rinnovabili e raggiungendo gli obiettivi europei previsti dal pacchetto Clima e Energia, l'Italia può creare fino a 250.000 nuovi posti di lavoro entro il 2020, nel solo settore elettrico. Per gli usi termici il potenziale è  ancora maggiore. Mentre altri 60.000 nuovi posti di lavoro, secondo il Politecnico di Milano, potranno essere creati attraverso l'investimento in efficienza energetica.
"L'Italia abbandoni il carbone e dimentichi le false soluzioni come il nucleare - conclude Lepore - La crisi economica deve trasformarsi per l'Italia in un'opportunità per creare nuova occupazione e andare con decisione verso una rivoluzione delle energie".
 
I punti chiave della "Rivoluzione Energetica"
La Rivoluzione energetica per i paesi del G8 prevede per il 2030 un obiettivo di riduzione delle emissioni del 40% rispetto ai livelli del 1990 e per il 2050 un obiettivo almeno dell'80%. In base alle attuali emissioni di CO2 da parte dei Paesi del G8 - Stati Uniti, Canada, Germania, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Russia e Francia - la riduzione totale di CO2 nel settore della produzione di energia dovrebbe essere almeno del 50% entro il 2030.
In base allo scenario della Rivoluzione Energetica:
• Le emissioni di CO2 raggiungerebbero il picco nel 2015 per poi iniziare a ridursi
• La riduzione delle emissioni va raggiunta attraverso le tecnologie esistenti, l'efficienza energetica e le energie rinnovabili. Carbone e nucleare verrebbero gradualmente eliminati.
• Verrebbero creati oltre un milione di nuovi posti di lavoro nelle rinnovabili al 2020.
• Entro il 2030 prevede una riduzione del 18% nella domanda di elettricità.
• Nel 2020, lo scenario per i paesi del G8 prevede una capacità di produzione di elettricità da fonti rinnovabili per 978 GW, tale da produrre il 32% dell'elettricità totale, rispetto al 20% che si avrebbe secondo l'attuale andamento tendenziale
• Entro il 2030, la capacità installata da fonti rinnovabili crescerà fino a 1.500 GW, raggiungendo il 50% del totale dell'elettricità generata.
• Il valore totale dell'industria delle energie rinnovabili si triplicherebbe da circa 100 miliardi di dollari (70 miliardi di euro) del 2007, a 347 miliardi di euro nel 2020. A partire dal 2030 oltre 420 miliardi di dollari potrebbero essere investiti in energia da fonti rinnovabili.
 

Greenpeace al G8: un milione di lavoratori verdi per superare la crisi

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/07/2019

Citt pi green e in rete per affrontare il clima che cambia

La seconda Conferenza Nazionale delle Green City ha messo in luce problemi, ma anche opportunità e buone pratiche per affrontare il climate change. Una possibile soluzione: città sempre più verdi ed economia circolare   a cura di ...

18/07/2019

Contest che parlano la lingua dellambiente e del sociale

Tre progetti di riqualificazione urbana, a Nord, Sud e Centro Italia mettono al centro giovani progettisti che hanno a cuore l’ambiente e valorizzano le poche risorse a loro disposizione. A Milano, Napoli e nella Regione Toscana alcuni progetti nati da ...

16/07/2019

Povert energetica, lefficienza riduce il problema

Sono più di due milioni gli italiani in condizioni di energy poverty. Un problema che può essere arginato mediante l’efficienza energetica in edilizia   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli ...

15/07/2019

Le residenze sostenibili ad Eindhoven

Portare il verde nel centro città per garantire una qualità di vita sostenibile ed efficiente alle future generazioni: il nuovo complesso residenziale Nieuw Bergen in corso di costruzione a Eindhoven progettato da MVRDV.   a cura ...

12/07/2019

Autoconsumo: la microrete intelligente di Casa Siemens

L’obiettivo autoconsumo rappresenta uno dei capisaldi di Siemens che ha deciso di intraprendere la strada della decarbonizzazione impegnandosi per raggiungere una riduzione del 50% di emissioni entro il 2020. Per conseguire questo progetto ...

12/07/2019

Elettrodomestici, consigli per ridurre i consumi estivi

La stagione estiva porta a vedere aumentati i consumi di frigoriferi, lavatrici e climatizzatori. Quali sono gli elettrodomestici che consumano di più. Ecco cosa sapere e come fare risparmio ...

09/07/2019

Mobilit sostenibile: liniziativa di Fotovoltaico Semplice per un impatto zero

Il progetto di mobilità sostenibile lanciato da Fotovoltaico Semplice, azienda di proprietà del gruppo IMC Holding, vuole incentivare la diffusione dei mezzi di trasporto a impatto zero. Alla guida della società Daniele Iudicone e Mauro ...

08/07/2019

Il mercato elettrico tra flessibilit e sostenibilit

Il mercato elettrico sta vivendo un’evoluzione spinta, caratterizzata dall’apertura del mercato dei servizi di dispacciamento. Se ne è parlato in un convegno a Milano, ecco le sfide e le opportunità   A cura di Ivan ...