Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Pacchetto Clima: primi accordi raggiunti

Pacchetto Clima: primi accordi raggiunti

La trattativa non può dirsi ancora conclusa in quanto manca ancora l'accordo su importanti punti, ma a circa due mesi dall'inizio delle trattative per ottenere modifiche al pacchetto clima-energia, L'Italia è riuscita ad ottenere risultati importanti.

Risultati che il Ministro dello Sviluppo economico Scajola definisce come "enormi" e "giganteschi" a confronto della base di partenza. Riportiamo di seguito i principali accordi raggiunti a Bruxelles:

Rinnovabili: Gli obbiettivi intermedi da raggiungere non sono più vincolanti ma orientativi, la formulazione del testo e' stata modificata in maniera tale da consentire implicitamente una revisione degli obiettivi nazionali nel 2014.

Emissioni CO2 auto: la normativa sarà applicata gradualmente e il sistema sanzionatorio non penalizzerà i veicoli di piccola cilindra. Sono state anche ottenute una clausola di revisione per il 2013 e una deroga specifica che 'copre' Ferrari e Maserati.

Riduzione gas effetto serra: è stata ottenuta l'esenzione dei piccolo impianti di produzione (con emissioni inferiori alle 500.000 tonnellate di CO2 all'anno) dagli obblighi previsti dalla direttiva che, in questo modo, non dovrebbe applicarsi a circa il 50% delle piccole e medie imprese. Eliminazione di ogni automatismo nel passaggio da un obiettivo di riduzione delle emissioni del 20% al 30% in caso di accordo internazionale sul clima alla conferenza di Copenaghen del 2009. L'Italia porterà avanti la sua battaglia negoziale al fine di vedere confermati questi risultati in sede di Consiglio Europeo e di Parlamento.

Il Ministro aggiunge che continuerà a lavorare per ottenere ulteriori risultati sui punti rimasti aperti, il primo tra tutti sarà quello, chiamato da Scajola, la "clausola delle clausole" ovvero prevedere la possibilità di rivedere le disposizioni sulle norme per la riduzione delle emissioni inquinanti alla luce degli esiti della Conferenza di Copenaghen che l'anno prossimo dovra' definire a livello globale il nuovo regime per il dopo-Kyoto.

L'Italia inoltre punta ad una estensione delle assegnazioni gratuite di quote di emissioni alle imprese dei settori a rischio chiusura o delocalizzazione (siderurgiche, chimiche, ceramiche e delle piastrelle, ma non solo) e a una gradualita' nelle aste di emissioni per il settore termoelettrico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/04/2019

UniCredit, Eni gas e luce e Harley&Dikkinson insieme per la riqualificazione energetica

Eni gas e luce con il contributo di Harley&Dikkinson mette a disposizione CappottoMio, un servizio dedicato appositamente alla riqualificazione energetica e agli interventi per la sicurezza sismica degli edifici condominiali.   A cura di Fabiana ...

17/04/2019

Impianti fotovoltaici, grazie agli incentivi crescono le offerte nel settore rinnovabili

Negli ultimi mesi, è crescente la richiesta di nuove offerte per il settore delle energie rinnovabili. Secondo ricerche autorevoli, le persone prendono coscienza sia della necessità di uno sviluppo sostenibile, sia è sempre ...

16/04/2019

La microcogenerazione a celle a combustibile, questa sconosciuta!

E' un settore dall'enorme potenziale troppo spesso ancora sottovalutato. Ora il progetto europeo PACE aiuterà lo sviluppo di questa tecnologia che genera in maniera sostenibile energia termica ed ...

12/04/2019

+695% per le nuove installazioni FER a gennaio 2019

Fotovoltaico, eolico, idroelettrico e bioenergie segnano a gennaio una crescita del 31% rispetto allo scorso anno. L'Osservatorio Anie Rinnovabili     I dati pubblicati da Anie Rinnovabili relativi alle installazioni FER di ...

10/04/2019

La strada pi vantaggiosa per combattere il surriscaldamento? Le energie rinnovabili

Uno studio internazionale, cui ha partecipato l'Università di Firenze, ha messo a confronto l'investimento necessario per la realizzazione di impianti fotovoltaici ed eolici con quello richiesto per realizzare nuove tecniche di ...

08/04/2019

Il padiglione sostenibile MultiPly al Salone del Mobile

Il padiglione alto dieci metri a impatto ambientale zero realizzato in tulipier americano tra i protagonisti del FuoriSalone, dall'8 al 19 aprile nel cortile dell'Università degli Studi di Milano      Fra i principali eventi della ...

05/04/2019

La corsa delle rinnovabili italiane per soddisfare il 28% dei consumi al 2030

Anche se l’Italia dipende molto dall’estero per le importazioni di combustibili fossili, la quota delle rinnovabili nella produzione elettrica è passata dal 17% del 2007 al 36%. Il MED & Italian Energy ...

04/04/2019

Attivit di O&M per garantire la competitivit e lefficienza degli impianti fotovoltaici

Buona gestione e mantenimento sono le parole chiave per garantire la massima efficienza di un sistema, qualunque esso sia.   a cura di Italia Solare       A maggior ragione questo vale per gli impianti fotovoltaici dove ...