IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Record in Gran Bretagna: nel 2019 l'elettricità a zero emissioni supera i combustibili fossili

Record in Gran Bretagna: nel 2019 l'elettricità a zero emissioni supera i combustibili fossili

Nel 2019 per la prima volta nel Regno Unito è stata prodotta più energia dalle rinnovabili che dalle fossili. E' quanto riporta l'ente nazionale energetico National Grid. Nel complesso energia eolica, fotovoltaica, idroelettrica e nucleare hanno fornito il 48,5% dell'elettricità britannica rispetto al 43% generato dai combustibili fossili. Il restante 8,5% è stato generato da biomassa.

 

Record in Gran Bretagna: nel 2019 l'elettricità a zero emissioni di carbonio supera i combustibili fossili

 

"Un momento storico e un'opportunità per riflettere su quanto è stato raggiunto e sul futuro", così l'amministratore delegato della National Grid - ente nazionale energetico della Gran Bretagna, John Pettigrew, commenta lo storico risultato del 2019 che per la prima volta nella storia del Paese vede le energie a zero emissioni di carbonio superare le fossili. Lo scorso anno nel Regno Unito energia eolica, fotovoltaica, idroelettrica e nucleare hanno coperto infatti il 48,5% dell'elettricità britannica contro il 43% fornito dalle fossili, l'8,5% è stato generato da biomassa.

 

"Alla National Grid, sappiamo di avere un ruolo fondamentale nell'accelerazione verso un futuro più pulito e ci impegniamo a fare la nostra parte per fornire un sistema energetico sicuro e funzionante per tutti" - ha sottolineato John Pettigrew.

 

Si tratta di un record che arriva a metà strada tra il 1990 e il 2050 - l'anno in cui il Regno Unito si è impegnato a raggiungere il 100% di riduzione delle emissioni rispetto ai livelli del 1990.

 

Energie rinnovabili e fossili in Gran Bretagna 1990-2019

 

A dicembre, la National Grid ha messo a punto i piani che prevedono investimenti per quasi 10 miliardi di sterline nelle reti del gas e dell'elettricità del Regno Unito nell'arco di cinque anni. Quasi 1 miliardo di sterline è stato stanziato per consentire il passaggio a un sistema a zero emissioni di carbonio, compresi gli investimenti in nuove attrezzature e tecnologie per aiutare l'operatore del sistema elettrico (ESO) a gestire un sistema elettrico Net Zero entro il 2025. Sono stati stanziati 85 milioni di sterline per sostenere la decarbonizzazione del calore all'interno della rete di trasmissione del gas.

Secondo i piani del governo britannico entro il 2025 dovrebbero essere dismesse tutte le centrali a carbone.

Il Premio Earthshot to repair the Earth

Forti sostenitori di una politica a sostegno dell'ambiente e delle energie rinnovabili i duchi di Cambridge William e Kate, che nei giorni scorsi hanno lanciato il Premio Earthshot promettendo "un decennio di azioni per riparare la Terra". Ogni anno tra il 2021 e il 2030 saranno premiati 5 vincitori in tutto il mondo che svilupperanno soluzioni per combattere i problemi ambientali.

In particolare si legge nel sito della BBC che ha annunciato il premio, saranno presentate una serie di sfide, volte a trovare almeno 50 soluzioni ai "più grandi problemi del mondo", tra cui il cambiamento climatico e l'inquinamento atmosferico.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
27/02/2020

Fonti rinnovabili in Italia e Europa, i dati aggiornati del GSE

Il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato sul proprio sito il documento aggiornato con le statistiche su sviluppo e diffusione delle fonti rinnovabili in Italia ed Europa nel 2018     Indice degli argomenti: Diffusione delle FER in ...

17/02/2020

Enorme potenziale occupazionale del fotovoltaico

Due nuovi studi stimano che entro il 2050 le energie rinnovabili in generale e il fotovoltaico in particolare, offriranno importanti opportunità di lavoro. Attesi 1,73 milioni di posti di lavoro nel solare in Europa entro il 2050   la ...

12/02/2020

L’eolico offshore sbanca in Europa, un anno da record con 3,6 Gigawatt di nuova capacità

Il rapporto di WindEurope racconta che nel 2019 si è giunti a un totale di 22 GW in mare. I costi di questa tecnologia continuano a scendere in modo significativo mentre aumentano gli investimenti in nuovi parchi che sono arrivati a 6 miliardi di euro. ...

06/02/2020

E se le celle solari funzionassero di notte?

Alcuni ricercatori dell'Università della California hanno sviluppato un prototipo di celle fotovoltaiche notturne che utilizzano la terra come fonte di calore e il cielo come dissipatore di calore     Un team di ricercatori ...

04/02/2020

A Madrid il primo impianto fotovoltaico collettivo di autoconsumo

Il Gruppo Iberdrola installerà a Madrid il primo sistema solare di autoconsumo collettivo per un’area del centro: 60 pannelli fotovoltaici installati su un edificio residenziale e i residenti saranno compensati per l'energia prodotta in ...

21/01/2020

22.774 sistemi di accumulo installati al 30 settembre 2019

Pubblicato da Anie Rinnovabili l'Osservatorio dedicato ai sistemi storage abbinati agli impianti fotovoltaici: i dati al 30 settembre 2019 parlano di 22.774 sistemi di accumulo installati per una potenza complessiva pari a 103 MW e ...

15/01/2020

Raddoppiare le rinnovabili entro il 2030 per raggiungere gli obiettivi di transizione energetica

L'Irena sostiene che nei prossimi 10 anni, per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile e tracciare un percorso verso la sicurezza del clima, 10 trilioni di dollari di investimenti in combustibili fossili dovranno essere spostati verso la ...

09/01/2020

Fotovoltaico: IHS prevede 142 GW nel 2020

Secondo il nuovo comunicato pubblicato da IHS Markit nel 2020 ci saranno 142 GW di nuova potenza fotovoltaica installata, sette volte il totale degli impianti solari nel mondo dieci anni fa e con una crescita del 14% rispetto al ...