IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > L'energia del futuro, decentralizzata e 100% rinnovabile

L'energia del futuro, decentralizzata e 100% rinnovabile

SONNEN

04/10/2018

Christoph Ostermann, CEO e fondatore di sonnen ci racconta presente e futuro di un’azienda che dal 2011 è entrata nel mercato del fotovoltaico con un rivoluzionario sistema di storage agli ioni di litio e che ha introdotto in Germania un importante progetto pilota sviluppato con la tecnologia Blockchain.

 

L'energia del futuro per sonnen, decentralizzata e 100% rinnovabile

 

Vi proponiamo un estratto di un’intervista a Christoph Ostermann, CEO e fondatore di sonnen che presenta la sua visione di futuro energetico basato su rinnovabili ed energia decentralizzata, più vicino di quanto si possa pensare.

 

Christoph Ostermann, CEO e fondatore di sonnen

 

L’imprenditore presente sul mercato dal 2011 con l’innovativo sistema storage agli ioni di litio, racconta che in Germania si potrebbe soddisfare con il fotovoltaico tutto il fabbisogno energetico: “Ad oggi sono stati complessivamente installati 1,6 milioni di impianti fotovoltaici privati che in alcuni giorni producono da soli la metà dell’energia necessaria a tutto il Paese. Oggi l’energia fotovoltaica è in parte meno costosa di quella prodotta dalle fossili. Inoltre nella sola Germania sono circa 100.000 le famiglie che grazie alla sonnenBatterie, producono e immagazzinano l’energia necessaria e sono autosufficienti da un punto di vista energetico per 24 ore al giorno praticamente per tutto l’anno. Grazie agli sviluppi della tecnologia si potranno affrontare con successo le nuove sfide, a partire dall’ottimizzazione della gestione dell’energia anche nella stagione invernale”.

 

La sonnen dal 2011 ad oggi è diventata leader nel mercato tedesco e ha consolidato la propria presenza su importanti mercati esteri quali USA, l'Italia o l'Australia.

 

Per farci capire come può evolvere il settore dell'approvvigionamento energetico, Ostermann ci parla del caso virtuoso di Wildpoldsried, piccolo comune della regione della Allgäu all’avanguardia nel settore delle energie rinnovabili, in cui ha sede la sonnen (nell'img in apertura la sede dell'azienda), , tanto che, grazie alla sinergia messa in atto fra solare ed eolico, si produce ben sette volte la quantità di energia necessaria. In poche parole quando c’è tempo nuvoloso entra in campo l’energia eolica: “Potendo disporre di opportuni sistemi di storage e di una rete di gestione intelligente, è assolutamente realistico pensare a un approvvigionamento che si avvalga contemporaneamente di energia solare ed eolica”.

 

E’ importante fare cultura tra i cittadini e offrire più soluzioni possibili. sonnen, ci racconta Ostermann, propone il sistema di storage da abbinare al fotovoltaico che permette di coprire circa il 75% del proprio fabbisogno annuo con l'energia autoprodotta. Ma non solo, esiste anche la Community, ovvero una rete virtuale di condivisione tra tutti coloro che hanno acquistato una sonnenBatterie che garantisce la totale indipendenza energetica. La filosofia di Energy Sharing alla base di questo progetto è in realtà molto semplice: “i membri che producono più energia del necessario, possono mettere il surplus a disposizione di chi in quel momento ha invece bisogno di più energia”. Visto che le batterie sono collegate online, sonnen riesce a monitorare la produzione e il consumo di energia. "Al momento i nostri clienti producono energia sufficiente per circa 120.000 persone".

 

Diventare partner del progetto è molto semplice, chi ha installato un impianto fotovoltaico e una sonnenBatterie, aderendo allaformula sonnenFlat, sosterrà un canone mensile di 19,99 Euro e fino a un determinato tetto massimo di consumo annuo, sarà completamente coperto, senza dover sostenere ulteriori costi.

 

La sonnenBatterie è molto di più di un sistema di storage dell’energia solare: il CEO dell'azienda ci spiega infatti che è anche una centralina intelligente per la gestione dell’energia domestica, grazie al software di cui è dotata, riesce infatti a mettere a disposizione della casa la maggior quantità possibile dell’energia autoprodotta. E' in grado di ottimizzare la resa dell’impianto fotovoltaico, facendo partire il ciclo di carica nel momento di maggior irraggiamento. "Questa modalità 'intelligente', estesa su larga scala coinvolgendo migliaia di batterie, può contribuire in modo mirato ad alleggerire i sovraccarichi di rete".

 

Oggi sonnen oltre a produrre sistemi di storage per l’energia solare, è anche un fornitore di energia e ha creato la prima comunità energetica decentralizzata che, secondo Christoph Ostermann, rappresenta il solo possibile futuro dei sistemi di approvvigionamento dell’energia: "l’energia non verrà più prodotta dalle grosse centrali a carbone, ma da milioni di famiglie disseminate in tutto il paese, che dispongono di un impianto fotovoltaico e di un sistema di storage. Apparati collegati tra loro grazie ai sistemi digitalizzati, per poter gestire produzione e consumi". Senza dimenticare la necessaria "collaborazione" fra le diverse fonti, fotovoltaico ed eolico in primis. In questo modo gli utenti potranno diventare realmente autosufficienti. "Si può pensare che gli attuali modelli di business siano destinati a non avere futuro". Un domani sarà importante gestire in modo intelligente l’energia e soprattutto poterla immagazzinare, tenendo conto della discontinuità della presenza del sole e del vento, in modo da garantire la sicurezza dell'approvvigionamento e compensare le oscillazioni della rete nei momenti critici. 

"E anche i nostri clienti ne traggono un beneficio: ricevono gratuitamente l’energia, in cambio del fatto di mettere a disposizione le loro batterie per un paio di minuti al giorno".

Richiedi informazioni su L'energia del futuro, decentralizzata e 100% rinnovabile

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI