Nuovo approccio UE per aumentare la quota di rinnovabili

La Commissione Europea lancia una consultazione per definire le direttive post 2020 sulle rinnovabili

La Commissione Europea nel 2016 presenterà una nuova proposta di direttiva sulle energie rinnovabili, relativa al periodo post-2020. Dal 2021 infatti i target nazionali saranno sostituiti dall’obiettivo vincolante a livello Ue di raggiugere almeno il 27% di energie rinnovabili entro il 2030. Per assicurare che questo obiettivo sia raggiunto in modo sostenibile la Commissione si è data una serie di traguardi: creare un ambiente di mercato in cui le fonti rinnovabili siano in grado di attrarre investimenti a costi contenuti; promuovere la cooperazione regionale; consentire ai consumatori di usufruire delle energie rinnovabili a costi ottimali; incentivare tecnologie innovative.

In vista della direttiva, la Commissione lancia una consultazione per raccogliere le opinioni degli stakeholder in fatto di efficienza energetica e rinnovabili. Aperta fino al 10 febbraio 2016, la consultazione chiede ad autorità degli stati membri, rappresentanti del mercato energetico, associazioni del settore, PMI, consumatori e ONG di esprimersi sulla nuova direttiva rinnovabili 2020-2030.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento