Advertisement

Oggi è World Water Day, giornata mondiale contro lo spreco di acqua

L’acqua rappresenta uno dei beni più preziosi per noi e per il pianeta ed è stata riconosciuta dall’Onu come diritto umano universale.

A cura di: Fabiana Murgia

Risparmio idrico per la tutela del pianeta

 

Nonostante venga impiegata in grandissime quantità, l’acqua non è affatto inesauribile e risulta quindi necessario contenerne il consumo e tutelare l’ambiente.

A tal proposito ogni anno si ricorre alla giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, con lo scopo di sensibilizzare la società su questo tema così delicato, esplicando i problemi legati allo spreco delle risorse idriche e le soluzioni applicabili affinché queste risorse possano essere tutelate.

Spesso non ci rendiamo conto di quanto le nostre azioni quotidiane possano influire negativamente sull’ambiente che ci circonda e del quale facciamo parte; si pensi che sono azioni semplici come una doccia, la pulizia della casa o l’irrigazione delle piante a registrare il consumo maggiore di acqua.

Chiudere i rubinetti per risparmiare acqua

La comodità di un rubinetto che eroga acqua ogni qualvolta se ne abbia necessità tende ad allontanarci dall’immagine di una società futura nella quale le risorse non possono più essere date per scontate; eppure la scarsità di acqua globale si profila come la maggiore minaccia di crisi ecologica, economica e politica nel futuro.

Se il consumo idrico ad uso personale rappresenta di per sé una causa influente sulla disponibilità a livello globale, proviamo a quantificare gli sprechi generati dall’industria del settore primario o addirittura la contaminazione delle acque causata dalle aziende che lavorano metalli o plastica servendosi di acqua potabile e rendendola inquinata e di conseguenza inutilizzabile ulteriormente.

Risparmio idrico

 

InSinkErator, multinazionale americana che opera nel settore dei dissipatori alimentari ed erogatori d’ultima generazione e da sempre impegnata nella difesa dell’ambiente, stima che in Italia vengano impiegati 6 secchi di acqua per la coltivazione di una singola patata, 1 per la crescita di un solo pomodoro, 100 per produrre una pagnotta di pane e 54 per ottenere un petto di pollo.

E’ necessaria, quindi, un’azione tempestiva per scongiurare una grave crisi che in futuro rischierebbe di ridurre drasticamente la disponibilità delle risorse idriche non più solo nei paesi del Terzo Mondo ma anche nella nostra realtà.

Ad oggi sono state sviluppate tecnologie utili per ridurre il consumo idrico, un esempio è rappresentato dagli erogatori di acqua calda, capaci di raggiungere temperature fino a un massimo di 98°.

Questi erogatori evitano di lasciare aperto il rubinetto in attesa che l’acqua raggiunga la temperatura desiderata.

Vantaggi di un erogatore bollente

 

Per ridurre significativamente lo spreco idrico bastano solo alcuni accorgimenti da mettere in pratica nelle nostre case ogni giorno:

  • Evitare di far scorrere inutilmente l’acqua per lavare i piatti o farsi la doccia
  • Scegliere rubinetti e soffioni dotati di un aeratore “green” o riduttore di portata, che abbattono i consumi del 50% 
  • Installare rubinetti e termostati che erogano all’istante l’acqua già alla temperatura desiderata
  • Riutilizzare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti, che essendo ricca di amido è ottima per sgrassare le stoviglie.
  • Chiudere sempre il rubinetto mentre si lavano i denti, si fa la barba o lo shampoo.
  • Lavare le verdure lasciandole in ammollo per ammorbidire residui solidi e usare l’acqua corrente solo per il risciacquo.
  • Installare della rubinetteria intelligente per ridurre il consumo idrico.
  • Utilizzare la lavatrice o la lavastoviglie sempre a pieno carico
  • Installare cassette di risciacquo per il WC che permettano di ridurre i volumi di scarico
  • Irrigare orti e giardini domestici con metodi razionali ed efficienti, per esempio servendosi dell’acqua usata per lavare e bollire le verdure o per cucinare pasta, riso, patate ecc. e preferibilmente nelle ore meno calde

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento