Advertisement

Piacenza: Progetto per un impianto a biomasse a Russi

Si tratta di 16 ettari di superficie che ospiteranno una centrale elettrica da 30 megawatt, un impianto a biogas da un megawatt e un campo fotovoltaico. L'area sarà circondata da argini di lecci, ma l'erba crescerà addirittura sulle pareti della centrale.

La centrale elettrica sarà alimentata da cippato proveniente da coltivazione di pioppi, legname da forestazione e manutenzione del verde (potature di parchi comunali, alberature stradali, pulizia fossi e torrenti); l'impianto a biogas funzionerà con le deiezioni degli allevamenti suini dei dintorni e con insulato di mais.

La centrale, che comporterà un investimento di circa 110 milioni di euro, divorerà 270.000 tonnellate di biomassa l'anno (oltre a 26.280 tonnellate di deiezioni e 18.000 di insulato) che trasformerà in una potenza elettrica lorda di 30,9 megawatt (netta di 26,9) e 91,2 di potenza termica.

Verrà in parte immessa nella rete, in parte servirà le industrie, in parte alimenterà le serre degli eventuali coltivatori che si vorranno insediare nei paraggi e infine arriverà col teleriscaldamento a casa di un migliaio di famiglie. E se ci sarà eccesso di cippato se ne ricaverà pellet.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento