Quasi 10 milioni gli occupati nelle rinnovabili

Nuovo Rapporto firmato Irena: a livello globale più posti di lavoro nelle energie rinnovabili che nelle fossili. Il fotovoltaico batte tutti

Nel 2016, secondo quanto riportato dal rapporto pubblicato da Irena (International Renewable Energy Agency) “Renewable Energy and Jobs – Annual Review 2017“, a livello globale le energie rinnovabili hanno impiegato più di 9,8 milioni di persone, con un incremento dell’1,1% rispetto al 2015.

Il direttore generale IRENA Adnan Z. Amin commentando i dati e approfondendo i fattori che hanno influenzato il mercato del lavoro green, ha sottolineato che la diminuzione dei costi e l’attuazione delle politiche ad hoc hanno costantemente stimolato gli investimenti e l’occupazione in energie rinnovabili in tutto il mondo dalla prima valutazione annuale di IRENA nel 2012, quando poco più di sette milioni di persone lavoravano nel settore.

A far la parte del leone fotovoltaico ed eolico che negli ultimi 4 anni hanno visto raddoppiare il numero degli impiegati. In particolare il fotovoltaico ha impiegato nel 2016 3,1 milioni di persone – in aumento del 12% rispetto al 2015, con ottime performance di Cina, Stati Uniti ed India. Negli Stati Uniti, i lavoratori nell’industria solare sono aumentati 17 volte più velocemente rispetto al resto dell’economia, crescendo del 24,5% rispetto all’anno precedente. Si registra per la prima volta una diminuzione degli impiegati in Giappone e continuano a diminuire gli occupati in Unione europea.

L’eolico ha visto una crescita dell’occupazione a livello globale e ha raggiunto 1,2 milioni di impiegati.

A livello di Paesi la Cina, il Brasile, gli Stati Uniti, l’India, il Giappone e la Germania hanno contribuito in misura maggiore, in Cina 3.64 milioni di persone hanno lavorato nelle fonti rinnovabili nel 2016, con un aumento del 3,4 per cento.

Dall’analisi emerge che il 62% dei posti di lavoro si trovano in Asia: Malaysia e Thailandia, sono divenuti in particolare il centro globale per la produzione di fotovoltaico solare.

I posti di lavoro diventano dunque una componente centrale della transizione globale energetica verso un mondo più sostenibile. Le stime di Rete Irene parlano di 24 milioni di persone occupate nelle energie green entro il 2030, che potranno più che compensare le perdite di posti di lavoro nei combustibili fossili e rappresenteranno un importante motore economico in tutto il mondo

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento