Rapporto mensile sistema elettrico: +0.4% a settembre. Il fotovoltaico copre l’8,5% della domanda

I dati di Terna segnano un segno + per la prima volta da due anni, in crescita fotovoltaico, geotermico e idrico

Per la prima volta in due anni la richiesta di energia elettrica registra un incremento dello 0.4% rispetto a settembre dello scorso anno, anche se, sottolinea Terna nel suo rapporto mensile, il dato deputrato dall’effetto calendario diventa -0.2%: a parità di temperatura media mensile si è avuto un giorno lavorativo in più.

Nel mese di settembre 2014 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’86,9% con produzione nazionale e per la quota restante (13,1%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (22,9 miliardi di kWh) è calata del 2,1% rispetto a settembre 2013. Sono in crescita le fonti di produzione idrica (+18,6%), fotovoltaica (+5,4%) e geotermica (+5,3%). In flessione le fonti termica (-7,4%) ed eolica (-5,1%).

Richiesta di energia elettrica in Italia nel mese di settembre

Nel mese di settembre 2014 l’energia elettrica richiesta dal Paese ha raggiunto i 26.176 GWh. In positivo il saldo di energia con l’estero (+20,6%).

Il fotovoltaico copre l’8,5% della domanda, lo scorso anno era l’8.1%.

Richiesta di energia elettrica dall’inizio dell’anno

 

Da gennaio 2014 il valore cumulato della produzione netta (202.694 GWh) risulta in calo del 3,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. Il saldo estero risulta positivo (+2,3%). Complessivamente il valore della richiesta di energia elettrica con 231.797 GWh fa segnare nel periodo una diminuzione del 3,0% rispetto al 2013.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento