Ridef 2.0, formazione su efficienza energetica e fonti rinnovabili

Si rinnova il Master dedicato alla formazione in campo energetico

Il Master Ridef gestito dal Politecnico di Milano e giunto alla 10 edizione si rinnova per far fronte alle nuove sfide in campo energetico e propone una formazione didattica adeguata al nuovo contesto.
La generazione dell’energia sarà sempre più sostenibile, è sarà necessario gestire la prevedibilità della produzione solare ed eolica, la capacità di aggregare l’offerta di energia, l’utilizzo di sistemi di accumulo, gli interventi di Demand side management e le sfide connesse alle smart grids. E non è da dimenticare il settore dell’edilizia, nel quale la rivoluzione è appena partita: gli edifici da grande settore energivoro diventeranno sempre più leggeri, con i nuovi “nearly zero energy building”, che in alcuni casi si trasformeranno in produttori netti di energia, e una forte spinta verso la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.

Il nuovo RIDEF 2.0 prevede moduli didattici comuni a tutti gli iscritti dedicati a contesto, tecnologie, mercati e policy, pianificazione energetica territoriale e gestione dei centri urbani, due percorsi in parallelo su Generazione sostenibile di energia, reti e mercati ed edifici ad alte prestazioni ed a energia quasi a zero e due ulteriori moduli a scelta su Mobilità sostenibile ed Efficienza energetica nell’industria.
Si è inoltre scelto di incrementare notevolmente le attività di didattica non frontale, ovvero lavori di gruppo, laboratori ed esercitazioni guidate in modo da offrire una formazione il più possibile vicina alle problematiche che i diplomati affronteranno nel mondo del lavoro.
Le competenze interdisciplinari acquisite serviranno, tra l’altro, per affrontare in un apposito Modulo le problematiche energetiche territoriali e le nuove opportunità offerte dalle prime sperimentazioni sulle Smart Cities e dall’iniziativa del Patto dei Sindaci che vede attivamente coinvolti centinaia di Comuni.

Il Master è rivolto a laureati in discipline tecnico-scientifiche ed economiche e mira a soddisfare la richiesta di attori istituzionali (Regioni ed Enti locali) che dovranno svolgere nuove funzioni, utilities che dovranno rivedere i loro modelli di business per rimanere competitive (aziende distributrici di energia elettrica e gas), realtà economiche che sorgeranno per far fronte alle nuove necessità d’intervento (ESCO, traders, progettisti).   
In definitiva, il RIDEF 2.0 si propone di qualificare professionalità con competenze in grado di portare un contributo specifico e specializzato in aree e comparti nelle quali l’esperienza pregressa nel nostro Paese è ancora limitata.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 15 gennaio 2014.
Le lezioni, esercitazioni e laboratori di svolgeranno da marzo 2014 a febbraio 2015, tendenzialmente dal lunedì al venerdì per circa 6 ore al giorno.

Per informazioni www.ridef.it

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Formazione professionale

Le ultime notizie sull’argomento