Trend positivo per i consumi di energia. Fotovoltaico all’8,6%

Dai dati rilevati da Terna nei primi 9 mesi dell’anno domanda in crescita dell’1,9% rispetto al 2014. Eolico a settembre segna un + 27.9%

Terna ha pubblicato il Report dedicato ai consumi di energia elettrica in Italia nel mese di settembre, con un consuntivo dei primi 9 mesi dell’anno. Dopo luglio e agosto anche settembre si è concluso con segno +, secondo quanto rilevato dal gestore della rete elettrica nazionale, infatti, la domanda di elettricità è stata di 26,4 miliardi di kWh, un valore in crescita dell’1% rispetto a settembre 2014.
La domanda elettrica di settembre 2015 resta invariata anche se depurata dagli effetti, trascurabili, di temperatura e calendario. Quest’anno si è infatti avuto lo stesso numero di giorni lavorativi (22) e una temperatura media mensile sostanzialmente in linea con quella del corrispondente mese del 2014.

La richiesta di energia elettrica in Italia nel mese di settembre

Nel mese di settembre 2015 l’energia elettrica richiesta dal Paese ha raggiunto i 26.449 GWh, in aumento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+1,0%). In crescita le fonti di produzione eolica, +27,9% che ha raggiunto il 4,5% della domanda, fotovoltaica, +8,4% che ha coperto l’8.2% della domanda di energia elettrica, geotermica (+5,4%) e termoelettrica (+2,5%); calo per la produzione idrica, -11,9% che ha coperto il 13,5 della domanda.

In negativo il saldo di energia con l’estero (-1,8%).

Nel mese di settembre 2015 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’87,2% con produzione nazionale e per la quota restante (12,8%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (23,2 miliardi di kWh) è in aumento dell’1,5% rispetto a settembre dello scorso anno. 

I 26,4 miliardi di kWh richiesti nel mese di settembre 2015 sono distribuiti per il 45,4% al Nord, per il 30,3% al Centro e per il 24,3% al Sud. A livello territoriale la variazione della domanda di energia elettrica del mese di settembre è risultata ovunque positiva: +0,1% al Nord, +2,4% al Centro e +2,0 al Sud.
In termini congiunturali, la variazione destagionalizzata della domanda elettrica di settembre 2015 rispetto ad agosto è stata pari a -1,3%. Il trend mantiene un profilo di crescita. 

La richiesta di energia elettrica in Italia dall’inizio dell’anno

Nel primi 9 mesi dell’anno il valore cumulato della produzione netta (205.799 GWh) risulta in aumento dello 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2014. Il saldo estero risulta positivo (+6,8%). Complessivamente il valore della richiesta di energia elettrica con 237.392 GWh fa segnare nel periodo una cresita dell’1,9% rispetto al 2014 

Nei primi tre trimestri il fotovoltaico ha coperto l’8,5% della domanda, in crescita del 9,5% rispetto al 2014. Bene anche l’eolico e la geotermia, con rispettivamente +2,5% e +4,3%, male invece l’idroelettrico, che da gennaio a settembre ha perso il 23%, attestandosi a 36.257 GWh.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico, Solare fotovoltaico, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento