Un concorso per le startup dell’economia circolare

C’è tempo fino al 1° luglio per partecipare al bando Green Alley Award dedicato alle nuove idee e progetti di imprenditori e startup dell’economia circolare

 Green Alley Award premio per le startup dell'economia circolare

Al via la quinta edizione del Green Alley Award 2018, premio europeo per le startup che si occupano di economia circolare, che vede Erp Italia come partner. Erp è tra i primi Sistemi Collettivi no profit in Italia in termini di raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche (RAEE) e rifiuti di pile e accumulatori (RPA).

Il premio è stato lanciato per la prima volta nel 2014 da Landbell Group, tra i principali fornitori di servizi e consulenza per la conformità ambientale e chimica internazionale,  con l’obiettivo di valorizzare e incentivare il passaggio a una economia circolare.

Il riconoscimento è destinato a tutte le startup e ai giovani imprenditori delle aree dell’economia circolare digitale, del riciclo e del trattamento dei rifiuti: l’obiettivo è che il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse rimanga il più a lungo possibile all’interno del ciclo economico, evitando inutili sprechi.

Unico vincolo del bando è che alla base dell’idea ci sia l’obiettivo di soddisfare il concetto di economia circolare e generare risorse dal riciclo. Possono partecipare startup che stiano per lanciare sul mercato i loro prodotti o servizi, oppure che, già presenti nel nostro mercato, vogliano provare a crescere all’estero.

Le candidature si possono inviare fino al 1° luglio 2018 attraverso il sito dedicato . Tra tutti gli iscritti saranno selezionati 6 finalisti che potranno andare a Berlino per lavorare sul proprio modello di business in sessioni di incontri individuali con professionisti di LBG ed esperti esterni di economia circolare e startup. Presenteranno poi i loro lavori alla giuria di esperti. Il vincitore verrà proclamato durante la finale e riceverà un premio in denaro di 25.000 €.

Nel 2017 ha vinto la startup finlandese Sulapac per l’innovativa idea alternativa al packaging di plastica. Si tratta di un materiale da imballaggio in legno, quindi biodegradabile e sostenibile, ma resistente all’acqua, che conserva i vantaggi dell’impermeabilità della plastica. Oggi quel tipo di packaging è utilizzato soprattutto nell’industria cosmetica.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Premi e Concorsi

Le ultime notizie sull’argomento