Vetromattone + celle fotovoltaiche per edifici super efficienti

La start-up Sbskin presenta un nuovo sistema integrato che unisce tecnologia, design ed energie rinnovabili

I quattro giovani accademici – esperti nell’ambito dell’ottimizzazione energetica e dell’incremento prestazionale degli edifici – fondatori della start-up SBskin, partendo dalla ricerca di soluzioni energeticamente efficienti, in grado di funzionare in diversi contesti climatici, garantendo contemporaneamente ottime prestazioni e attenzione al design, hanno realizzato un nuovo sistema per involucri edilizi altamente efficienti, che integra vetro mattone e celle fotovoltaiche di terza generazione DSSC o OPV. La nuova tecnologia brevettata permetterà di realizzare soluzioni efficienti per edifici posti in qualsiasi clima e orientati verso qualsiasi direzione, garantendo attenzione al design. Il vetro mattone costituisce infatti un elemento decorativo, colorato e pensato in base alle esigenze di ogni singolo cliente.

Le coperture e le facciate realizzate da SBskin potranno dunque  sfruttare al meglio la luce naturale, migliorando l’efficienza termica degli edifici, ma anche produrre energia grazie ai pannelli fotovoltaici. Le celle fotovoltaiche, grazie al vetro mattone, possono essere utilizzate per le coperture degli edifici, ma anche sulle facciate, superando con risultati ottimi il problema dell’inclinazione e dell’orientamento. In questo modo anche edifici che guardano a nord o sono costruiti in zone dove la luce del sole non arriva direttamente o per poche ore al giorno hanno garantita la propria resa energetica.

Un ulteriore valore aggiunto del sistema Solar è che i costi di costruzione sono contenuti, vista la facilità di assemblaggio e a fine del ciclo di vita gli elementi non devono essere necessariamente smantellati.
Si tratta di prodotti in fase di prototipo che saranno probabilmente pronti per il mercato fra 18 mesi, i test fino ad ora effettuati dimostrano l’alta capacità delle coperture.

Vantaggi dei vetromattoni integrati con cintura termica e celle solari DSC:

  • ridurre le dispersioni termiche e i consumi energetici degli edifici;
  • produrre energia pulita;
  • controllare la trasmissione luminosa;
  • offrire elevati valori di resistenza meccanica;
  • caratterizzare l’aspetto degli edifici;
  • diminuire le emissioni di CO2 nell’aria

L’AZIENDA

La start-up è formata da 4 giovani professionisti, che si sono conosciuti in ambito accademico.  Rossella Corrao, CEO del gruppo, è architetto, PhD e professore associato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo; Marco Morini e Luisa Pastore, entrambi laureati in Ingegneria Edile-Architettura, sono dottorando e dottore di ricerca presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo; Santi Cucco è ingegnere elettrico esperto nel settore del fotovoltaico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento