IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Alta efficienza energetica per la Cité Régionale de l’Environnement

Alta efficienza energetica per la Cité Régionale de l’Environnement

Materiali ad alte prestazioni di DuPont per un progetto originale e sostenibile

Lo Studio di architettura DPLG di Olivier Fassio e Jean-Brice Viaud ha firmato il progetto de la Cité Régionale de l’Environnement, nuovo edificio regionale ambientale che si trova a Pantin, in Francia. Il progetto archittettonico originale e di grande impatto, che ricorda un elegante transatlantico bianco, si caratterizza anche per l’attenzione alla sostenibilità e all’efficienza energetica, grazie all’utilizzo di due materiali fondamentali particolarmente indicati per un edificio che necessita di produrre più energia di quanta ne consumi, DuPont™ Corian® per la facciata e DuPont™ Tyvek® come barriera alle intemperie.

Il tetto dell’edificio di 4 piani è coperto da pannelli fotovoltaici e da una pompa di calore geotermica. I 70 posti auto semi-interrati al piano terra sono coperti da una struttura in vetro per ricevere illuminazione naturale.

La combinazione di una scintillante facciata in DuPont™ Corian® Glacier White con la membrana traspirante DuPont™ Tyvek® applicata al di sotto di essa, massimizza i molteplici vantaggi di entrambi i materiali ad alte prestazioni di DuPont.

Per migliorare l'efficienza termica della struttura sono stati installati 2200 mq di DuPont™ Corian® e DuPont™ Tyvek®.

In virtù della sua composizione unica e di alta qualità, la membrana DuPont™ Tyvek® è naturalmente permeabile al vapore ma ermetica ad aria e acqua. Robusta, facile da installare e resistente ai raggi UV, la membrana traspirante avanzata DuPont™ Tyvek® fornisce un’eccezionale protezione per l’edificio, sia durante la fase di costruzione che nel lungo termine. Il colore bianco della membrana Tyvek® rende inoltre la barriera alla pioggia completamente invisibile dietro i giunti aperti tra i pannelli della facciata in DuPont™ Corian®, nei battenti e nei telai delle finestre.

Le proprietà versatili e altamente tecnologiche di DuPont™ Corian® hanno consentito di rispettare le precise tolleranze e le complesse specifiche tecniche richieste per questo progetto, tra cui la termoformatura in cinque diverse angolazioni. In totale, sono stati realizzati 584 pannelli di 3 diverse dimensioni (fino a 4.10 metri di lunghezza) e dello spessore di 12 mm, lavorati in laboratorio per ridurre al minimo gli sprechi.

Secondo Patrick Péberay, direttore di A.E.A, società che fa parte del parte del Corian® Quality Network e specializzata nell’installazione di DuPont™ Corian® sulle facciate la termoformatura dei pannelli ha costituito la sfida più importante, in particolare per le varie ampiezze dei raggi richieste, "Per questo progetto, abbiamo dovuto fabbricare elementi piani ed elementi curvi. Per applicare i pannelli alla struttura, abbiamo usato telai in alluminio Etanco (con inserti KEIL ) che ci hanno permesso di ottenere una rottura dei ponti termici tra i punti di fissaggio della facciata (profili in alluminio flessibile) e la sua struttura in cemento armato, soddisfacendo l’esplicita richiesta dell'architetto e in modo che questo sistema fornisse all’edificio energia positiva."

 

Il progetto:

2200 m² di DuPont™ Corian®, ovvero 584 pannelli di diverse dimensioni
2200 m² di DuPont™ Tyvek® bianco, ovvero 32 rotoli
112 rotoli da 30 metri di adesivo, usato come impermeabilizzante per la barriera contro la pioggia
90 doppi rulli bi-adesivi per legare la membrana Tyvek ® ai binari in alluminio
9 mesi per fabbricare e installare i pannelli - consegnati alla fine del 2013
Cliente: PRD Office + semip (società semi-pubblica di Pantin.)
Appaltatore: Studio di architettura DPLG di Olivier Fassio e Jean-Brice Viaud.
Struttura: 4 piani, 6.000 mq di uffici, 2.200 mq di DuPont™ Corian® per la facciata, ottimizzazione della percentuale di esposizione (con finestre non apribili), tetto coperto da pannelli fotovoltaici e da una pompa di calore geotermica. 70 posti auto semi-interrati al piano terra, coperti da una struttura in vetro per ricevere illuminazione naturale.
Certificazioni: HQE, BREEAM (certificazione internazionale) e BEPOS (building with positive energy, edificio con energia positiva), medaglia d'oro della nuova scala di carbonio.
Previsione livello di consumo di circa 40 kWhEP/anno/m².

Il nuovo edificio della Cité Régionale de l’Environnement

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Polo d’eccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Maraîchère, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa è rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...

12/07/2017

Eco-villaggio sostenibile H20S in Senegal

Nasce l’eco-villaggio progettato dallo studio veneziano TAMassociati all’insegna dell’ecologia e dello sviluppo comunitario.       In un territorio come quello africano desertificazione ed emigrazione sono solo alcuni dei ...