15 milioni per le diagnosi energetiche delle PMI

Pubblicato il Bando dal ministero dello Sviluppo Economico a sostegno delle PMI per la realizzazione di diagnosi energetiche in modo da efficientare i loro consumi

Dal Mise 15 milioni per le diagnosi energetiche delle PMI

Il ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il bando 2017 destinato a Regioni e Province autonome, che potranno presentare programmi a sostegno della realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese (PMI) finalizzati alla valutazione del consumo di energia ed al risparmio energetico conseguibile, o per l’attuazione del sistema di gestione e il rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001.

Si tratta della terza edizione del bando previsto dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica e organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, che nei due anni precedenti ha visto un impegno da parte del MISE di circa 18 milioni di euro.
Nell’edizione 2017 sono messi a disposizione di Regioni e Province, in maniera proporzionale al numero di PMI presenti a livello regionale, altri 15 milioni di euro per il cofinanziamento di nuovi programmi volti ad incentivare gli audit energetici nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

L’ammontare del cofinanziamento dei programmi di sostegno concesso dal Ministero dello sviluppo economico è pari al 35% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 8.000, al netto di IVA, per ciascun sito sottoposto a diagnosi. Le procedure di attuazione di un sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001 ammesse saranno sempre finanziate nella misura massima del 35% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 16.000 euro.

I finanziamenti sono erogati in seguito all’effettiva realizzazione da parte di ciascuna impresa di almeno un intervento di efficientamento energetico, tra quelli suggeriti dalla diagnosi, o a seguito dell’ottenimento della conformità del sistema di gestione dell’energia alla norma ISO 50001.

La scadenza per presentare i programmi è fissata al 30 novembre 2017.
Il Ministero dello sviluppo economico, con il supporto di ENEA, entro il 15 dicembre 2017 valuterà i programmi. Passati 12 mesi dall’invio della comunicazione degli esiti della valutazione, le Regioni e le Province autonome che non hanno proceduto alla stipula della convenzione, perdono i benefici.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa

Le ultime notizie sull’argomento