In calo le emissioni di anidride carbonica delle automobili

Secondo i dati pubblicati dall’Agenzia europea dell’ambiente le emissioni medie di anidride carbonica (CO2) delle nuove autovetture immatricolate nel 2020 in Europa sono diminuite del 12% rispetto all’anno precedente, grazie soprattutto all’aumento di immatricolazioni di veicoli elettrici

In calo le emissioni di anidrite carbonica delle automobiliNel 2020, grazie soprattutto all’aumento di vendite di auto elettriche, le emissioni medie di anidride carbonica (CO2) delle nuove autovetture sono diminuite del 12% rispetto al 2019. E’ quanto emerge dai dati pubblicati dall’Agenzia europea dell’ambiente.

Più nel dettaglio, la percentuale di immatricolazioni di veicoli elettrici è triplicata dal 3,5% del 2019 all’11,6% del 2020 (di cui il 6,2% di completamente elettrici e il 5,4% di veicoli ibridi plug-in). Nonostante la contrazione del mercato complessivo delle auto nuove a causa della pandemia COVID-19, il numero totale di nuove auto elettriche immatricolate nel 2020 è aumentato a oltre 1 milione.

Nel 2020 sono stati immatricolati in Europa circa 1,4 milioni di nuovi furgoni con emissioni medie inferiori dell’1,9% rispetto al 2019. La quota di furgoni elettrici è passata dall’1,4% del 2019 al 2,3% del 2020.

L’AEA raccoglie e rende disponibili i dati relativi alle autovetture e ai furgoni nuovi immatricolati in Europa, in conformità al Regolamento (UE) 2019/631. I dati, comprese le informazioni sulle emissioni di CO2 dei veicoli, sono comunicati da tutti gli Stati membri dell’UE, dal Regno Unito (fino al 2020), dall’Islanda (dal 1° gennaio 2018) e dalla Norvegia (dal 1° gennaio 2019) in modo da valutare le prestazioni in termini di emissioni di CO2 del nuovo parco veicoli.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Mobilità elettrica

Le ultime notizie sull’argomento