Castel Romano Shopping Village: shopping tra design ed eco-sostenibilità

Castel Romano Shopping Village

Castel Romano Shopping Village

Apre il prossimo 25 ottobre alle porte di Roma il Castel Romano Shopping Village: progetto sviluppato da SECI Real Estate – società del Gruppo Industriale Maccaferri – che va ad arricchire e completare l'offerta del polo commerciale di Castel Romano.
Progettato dal noto studio Chapman&Taylor, loShopping Village si estende su una superficie commerciale di 22.600 mq e comprende 9 medie strutture, un supermercato Iperbon, 60 negozi e una food court di 1.200 mq in un ambiente raffinato ed accogliente, il tutto servito da un ampio e comodo parcheggio da 1.300 posti auto.
Il progetto si contraddistingue per la rilevanza data all'elemento architettonico e al design della struttura, per la forte attenzione alla sostenibilità e all'impatto ambientale del complesso edilizio, e per l'ampia offerta commerciale.
L'intervento si distingue per un'identità architettonica unica e inconfondibile data dallo stile lineare ed elegante, dal ricorso a forme geometriche pulite ed essenziali e dalla scelta del rosso come colore dominante, in grado di creare un forte impatto visivo e un'immediata riconoscibilità nel contesto urbano circostante.
Molto importante nella progettazione e sviluppo dello Shopping Village è stata l'attenzione alla riduzione dei consumi energetici e all'impatto ambientale, a partire dalla scelta della tipologia commerciale senza galleria climatizzata, che consente di ridurre considerevolmente i consumi legati al condizionamento degli spazi comuni. Anche l'involucro dell'edificio è pensato per ridurre al massimo il surriscaldamento estivo e la dispersione termica invernale, riducendo così il fabbisogno energetico generale.
La struttura è dotata di un impianto di produzione di energia elettrica tramite pannelli fotovoltaici, progettato e realizzato da Enerray, altra società del Gruppo Industriale Maccaferri attiva nella realizzazione di impianti fotovoltaici integrati. La produzione annua attesa dall'impianto è di circa 570.000 Kwh, pari al consumo annuo medio di 200 famiglie, che consentirà di evitare l'emissione di circa 285 ton/annue di CO2; i pannelli solari consentiranno inoltre la produzione di acqua calda all'interno dei punti vendita, riducendo ulteriormente il fabbisogno energetico. E' inoltre prevista la raccolta e recupero delle acque piovane, che saranno riutilizzati a fini irrigui, per ridurre il consumo di questa preziosa risorsa.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento