Advertisement

Ecobonus 65% per rimozione amianto

La proposta presentata da Ermete Realacci prevede una detrazione del 65% per il biennio 2017-2018

La Commissione Ambiente della Camera ha approvato un emendamento alla Legge di Stabilità 2017, su proposta di Ermete Realacci presidente della stessa commissione, che prevede l’estensione dell’ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica dei condomìni agli interventi che riguardano la bonifica dell’amianto, a patto che gli interventi siano realizzati in un progetto complessivo volto al miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio. Ora l’emendamento deve essere approvato dalla Commissione Bilancio.

La proposta prevede che l’ecobonus del 65% venga applicato, per un importo massimo di 100.000 euro, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018.

La Commissione Ambiente ha dato l’ok anche all’inserimento del bonus del 50% per la bonifica dell’amianto nei fabbricati rurali che non siano adibiti ad uso abitativo, compresi i rimessaggi e i ricoveri connessi all’attività agricola.
In questo caso la detrazione fiscale viene applicata nel periodo dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2019 fino a un valore massimo di detrazione di 100.000 euro, 20.000 euro per fondo rustico all’anno ed è suddivisa in 5 quote annuali.

Finanziamenti per le Imprese

Ricordiamo che un decreto del Ministero dell’Ambiente pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 ottobre disciplina un finanziamento complessivo dedicato alle imprese di 17 milioni di euro per gli interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto. Le domande potranno essere inviate da mercoledì 16 novembre tramite il portale web per ricevere risposta dal Ministero dell’Ambiente entro 90 giorni.
Il decreto prevede una detrazione del 50% delle spese sostenute per interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive realizzati e conclusi entro il 2016, di cui l’impresa possa comprovare i pagamenti effettuati e l’avvenuto smaltimento in discarica. La spesa deve essere compresa per investimenti di importo unitario tra 20 mila e 200mila euro. La data ultima di scadenza per la presentazione delle domande è il 31 marzo 2017.
Sono invece escluse le imprese di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, e quelle che operano nei servizi di interesse economico generale, le cui agevolazioni sono disciplinate da altri regolamenti comunitari.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%

Le ultime notizie sull’argomento