Advertisement

Ecobonus condomini, c’è tempo fino al 7 marzo per l’invio dei dati

Gli amministratori di condominio hanno tempo fino al 7 marzo per l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico

Lo rende noto l’Agenzia delle Entrate che in un comunicato sottolinea che la scelta della data del 7 marzo per l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico, per interventi realizzati su parti comuni degli edifici, è stata fatta per andare incontro alle richieste degli amministratori che hanno evidenziato problematiche nello svolgimento degli adempimenti previsti dal decreto del 1 dicembre 2016, senza comunque compromettere la tempistica per l’elaborazione della dichiarazione precompilata.

Il DM del 1 dicembre 2016 aveva fissato il 28 febbraio come deadline entro la quale, a partire da quest’anno, gli amministratori sono tenuti a trasmettere all’Agenzia delle Entrate la comunicazione con i dati relativi alle spese sostenute l’anno precedente su parti comuni per interventi di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico.

L’Agenzia ha dunque fissato, eccezionalmente per il 2017 la suddetta proroga.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito che per quanto riguarda l’indicazione del soggetto a cui è attribuita la spesa, l’amministratore di condominio deve comunicare il codice fiscale del proprietario o del titolare di un altro diritto reale (ad esempio l’usufruttuario), salvo che quest’ultimo gli abbia comunicato un soggetto diverso (ad esempio il conduttore). L’amministratore, quindi, non deve tener conto dell’intestazione del conto bancario/postale utilizzato dal proprietario o da altri per il pagamento della quota condominiale.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Condominio, Normativa

Le ultime notizie sull’argomento