Entro il 2050 il solare potrebbe diventare la prima fonte di energia

Studio AIE: fotovoltaico e termodinamico conteranno per il 27%

Due studi dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (Aie) prevedono che entro il 2050 il solare potrebbe rappresentare  la più grande fonte mondiale di energia elettrica, davanti alle fonti fossili, all’eolico, l’idroelettrico e il nucleare, grazie soprattutto al calo dei costi di produzione dei moduli.

In particolare gli studi evidenziano che entro tale data, il 16% dell’elettricità mondiale verrà generata da impianti fotovoltaici, mentre il solare termodinamico a concentrazione conterà per un altro 11%. Queste tecnologie solari potrebbero evitare l’emissione di oltre 6 miliardi di tonnellate di anidride carbonica all’anno entro il 2050, cioè più di tutte le emissioni di CO2 legate all’energia provenienti dagli Stati Uniti o quasi tutte le emissioni dirette provenienti dal settore dei trasporti a livello mondiale oggi.

Il direttore esecutivo dell’agenzia, Maria van der Hoeven ha commentato: “La rapida diminuzione dei costi dei moduli e dei sistemi fotovoltaici registrata negli ultimi anni ha aperto nuove prospettive per l’utilizzo dell’energia solare come fonte principale di energia elettrica negli anni e nei decenni a venire. Entrambe le tecnologie sono ad alta intensità di capitale: quasi tutte le spese sono fatte in anticipo. Abbassare il costo del capitale è di primaria importanza”.

I Rapporti sottolineano il ruolo complementare delle due tecnologie: fino al 2030 la tecnologia fotovoltaica continuerà ad essere predominante, a partire da questa data il solare termodinamico avrà uno sviluppo molto significativo.

L’Agenzia ha però sottolineato che non si tratta di previsioni, ma di una “road map” che tiene conto dei progressi tecnologici della ricerca e dell’impegno dei Governi attraverso per esempio lo sviluppo di procedure burocratiche semplificate.

Secondo l’Aie, a guidare l’espansione del solare fotovoltaico nei prossimi anni saranno soprattutto Cina e Stati Uniti, mentre per il solare termodinamico sono previste ottime prospettive di sviluppo in Africa, India e Medio Oriente, oltre che negli Stati Uniti.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico, Solare termico

Le ultime notizie sull’argomento