Expo 2015: laboratorio per la sostenibilità

L’Expo 2015 di Milano ha pubblicato il bando internazionale del concorso d’idee per le Architetture di servizio, parte di un sistema di luoghi e di spazi che devono facilitare al massimo la qualità della vita di tutti i giorni per chiunque l’attraverserà, l’abiterà e ci lavorerà. Le Architetture di Servizio rappresentano una delle matrici collettive che garantiranno qualità della vita di tutti i giorni e, insieme, saranno segnale concreto di un modo diverso, leggero, consapevole di pensare-costruire architettura. Al centro del bando la qualità diffusa dei manufatti e la loro sostenibilità. Quest’ultima intesa come sostenibilità sociale (qualità diffusa, egualitaria, elementare della vita di tutti i giorni), interpretata da un’esclusiva sostenibilità estetica (qualità estetica e sensoriale dei luoghi come presupposto necessario a una sostenibilità diffusa) che viene resa possibile da una radicale sostenibilità tecnica (la capacità di immaginare il cantiere, la realizzazione e lo smontaggio del manufatto edilizio come parte di un unico processo coerente e progettato), e da una razionale sostenibilità energetica e tecnologica (immaginare una dimensione attiva del corpo di fabbrica capace di produrre energia autonomamente e di metterla in rete al servizio della comunità; progettare il risparmio delle acque, i microclima interni, la qualità sonora, tattile e olfattiva degli spazi).
Scadenze
6 febbraio 2012, ore 12.00
Limite per la libera visione, previo appuntamento, della documentazione di gara
Limite per la presentazione via fax di quesiti o richieste di chiarimenti
24 febbraio 2012, ore 12.00
Limite per la presentazione delle proposte creative
9 aprile 2012, ore 11.00
Comunicazione della graduatoria provvisoria

Approfondisci e scarica il bando del Concorso di idee per le Architetture di Servizio

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Premi e Concorsi

Le ultime notizie sull’argomento