Advertisement

Guida Enea per accedere all’ecobonus domotica

Quali sono i requisiti che deve possedere l’immobile oggetto di intervento e quali i requisiti tecnici, quali le opere agevolabili e quale la doumentazione richiesta 

Gli esperti dell’Unità tecnica efficienza energetica dell’Enea hanno realizzato un utile vademecum con i dettagli e le indicazioni per poter usufruire delle detrazioni del 65% per la building automation, i dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti termici.

Ricordiamo infatti che la scorsa Finanziaria ha esteso l’ecobonus del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica alle spese sostenute “per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o di produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative”.

La Guida dell’Enea specifica quali sono i requisiti generali che l’immobile oggetto d’intervento deve avere, al momento della richiesta, per poter usufruire delle detrazioni: l’immobile deve essere accatastato o con richiesta di accatastamento in corso, deve essere fornito di impianto di riscaldamento e deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi.

Il vademecum chiarisce poi quali sono le opere di domotica incentivate e le caratteristiche tecniche dell’intervento che deve presentarsi come fornitura e messa in opera, nelle unità abitative, di dispositivi che consentano la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva. I dispositivi devono mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati; mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti; permettere l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Tra le opere agevolabili rientrano la fornitura e la posa in opera di tutte le apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche nonché delle opere elettriche e murarie necessarie per l’installazione e la messa in funzione a regola d’arte, all’interno degli edifici, di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici.

Non possono invece usufruire dell’ecobonus per la domotica l’acquisto di dispositivi per interagire da remoto come ad esempio telefoni cellulari, tablet o personal computer.

L’Enea ricorda che la documentazione per usufruire della detrazione delle spese sostenute va inviata sul sito dedicato.

Inoltre, per tutte le indicazioni, tecniche e procedurali rimane attivo l’apposito servizio di consulenza online alla pagina http://www.acs.enea.it/contatti/.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%

Le ultime notizie sull’argomento