Il Fotovoltaico in Architettura alla luce del terzo Conto Energia

Si è svolto il 29 ottobre a Bologna, nell’ambito di Saienergia & Sostenibilità, il convegno nazionale “Il Fotovoltaico in Architettura” organizzato da Assosolare, a cui  hanno partecipato il Segretario Generale dell’Associazione Francesca Marchini, Emilio Manzoni (Mitsubishi Electric), Niccolò Aste (Politecnico di Milano),  Patrizia Colletta (Presidente Consulta Ordine Architetti di Roma per il progetto sostenibile e l’efficienza energetica), e Fabrizio Viola (Ordine Architetti di Brescia).
Il convegno, dedicato all’integrazione del fotovoltaico in edilizia alla luce del terzo Conto Energia in vigore fino al 2013, ha approfondito le nuove norme sull’edilizia sostenibile e la guida sugli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative, che il Gestore Servizi Energetici (GSE) dovrà predisporre entro il 2011.
Scopo dell’incontro,  anche la creazione di sinergie tra i vari attori del mercato del fotovoltaico, fungendo da traino per il comparto e incentivando una maggiore integrazione architettonica del fotovoltaico con l’ambiente circostante e l’arredo urbano, che non ha ancora preso sufficiente piede in Italia, dove il 44% della potenza installata non è integrata, soprattutto al Sud, il 30% è integrata parzialmente e solo il 26% è totalmente integrata (dati GSE).
“Grazie al nuovo Conto Energia le aziende del settore possono avere una visione di medio periodo” ha detto Emilio Manzoni di Mitsubishi Electric, aprendo il convegno. “Ora auspichiamo che, come previsto, si proceda in modo tempestivo entro il 1 gennaio, con la guida sugli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative: il fotovoltaico in edilizia è infatti un comparto ancora da esplorare in Italia, e che potenzialmente può dare un apporto molto significativo al settore”.
Francesca Marchini, Segretario Generale di Assosolare, ha commentato: “Il terzo Conto Energia  rilancia il fotovoltaico nell’edilizia, riproponendo i premi già inseriti nel sistema incentivante in scadenza a fine anno, come il premio sull’efficienza energetica e il premio sullo smaltimento dell’amianto. Quest’ultimo, inserito nel 2007 nel Conto Energia su proposta di Assosolare, era scomparso nella bozza del nuovo decreto ed è stato reinserito e aumentato dal 5 al 10% grazie a una forte azione lobbistica dell’associazione. Ci auguriamo che i premi, uniti a tariffe più alte rispetto alle altre tipologie di impianto,  siano all’origine dello sviluppo di uno specifico segmento di mercato e di un’industria dei componenti per l’integrazione. Un’opportunità per l’Italia, in un ambito in cui il fotovoltaico è fortemente carente”. “Ci stiamo adoperando con Aper  per sensibilizzare le Regioni per un’applicazione rapida delle linee guida che porteranno a una significativa semplificazione dei processi autorizzativi” ha concluso Marchini.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento