Il Senato approva il DDL Concorrenza

Slitta a luglio 2019 la fine del mercato tutelato per l’energia elettrica e il gas. Possibile per gli utenti rateizzare le maxi bollette

Il Senato approva il DDL Concorrenza, il libero mercato dell'energia partirà dal 1 luglio 2019

Dopo un percorso travagliato durato quasi 3 anni, con 146 sì e 113 no il Senato ha approvato con fiducia il DDL Concorrenza, senza modifiche rispetto al testo licenziato dalla Camera a fine giugno. La Legge ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo della concorrenza e garantire la tutela dei consumatori in applicazione dei princìpi dell’Unione europea in materia di libera circolazione e apertura dei mercati.

Tra i provvedimenti più importanti vi sono novità per le assicurazioni, i liberi professionisti, i fondi pensione, le Poste, le banche, le farmacie e il mercato dellʼenergia.

Per il testo completo vi rimandiamo all’allegato a piè di pagina.

Per quanto riguarda il mercato dell’energia il testo prevede che nel mercato domestico la maggior tutela per il gas e l’energia elettrica resti in vigore fino al 30 giugno 2019, da luglio verrà eliminata e si passerà al mercato della libera concorrenza.
Entro il 2019 sarà realizzato un portale pubblico in cui ci sarà la comparazione tra i prezzi e le offerte commerciali di elettricità e gas.

Sono inoltre eliminate le aste per la fornitura dell’energia elettrica per i consumatori che alla scadenza del regime di maggior tutela non abbiano ancora scelto il loro fornitore nel ‘libero mercato’.

Sono state introdotte modifiche per la rete di distribuzione dei carburanti ed è stata semplificata la dismissione degli impianti che abbiano cessato l’attività, in modo da escludere pericoli per la sicurezza ambientale.

Gli utenti potranno rateizzare le maxi-bollette dovute a ritardi nei pagamenti o eventuali disguidi causati dal fornitore del servizio.

Il DDL concorrenza ha introdotto semplificazioni per l’attività di raccolta e trasporto dei rifiuti di metalli ferrosi e dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

Soddisfatto il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda che ha sottolineato che l’approvazione del DDL concorrenza rappresenta un segnale di serietà per il Paese e che darà modo di stimolare la crescita e la produttività e consentire ai consumatori di avere accesso a beni e servizi a minor costo.

Non mancano le note polemiche, i senatori del M5s Gianni Girotto e Gianluca Castaldi, membri della commissione Industria in una nota commentano che si tratta di una riforma che favorisce le lobby e le autority, con agevolazioni che vanno a tutto vantaggio dei poteri forti, a discapito dei cittadini.

Scarica il testo DDl Concorrenza approvato dal Senato

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa

Le ultime notizie sull’argomento