Advertisement

Il Senato sostiene proroga ecobonus per tre anni

Il Senato ha approvato la mozione sul progetto “Casa Italia” per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto del centro Italia del 24 agosto. Confermato impegno per la proroga delle detrazioni fiscali 

L’Assemblea di Palazzo Madama, lo scorso 29 settembre, ha approvato all’ordine del giorno la mozione n. 620 sul progetto “Casa Italia“, finalizzato prima di tutto alla messa in sicurezza del Paese dai rischi provocati da eventi sismici. Ad oggi, infatti, manca un serio intervento legislativo, volto a stabilire piani, tempi, modalità nonché una idonea mappatura dei fabbricati, compresi quelli pubblici, per la messa in sicurezza degli edifici nelle zone a rischio del Paese.

Il progetto per un piano nazionale di prevenzione antisismica deve essere fondato su 3 fasi: monitoraggio e diagnostica, adozione del fascicolo di fabbricato e adozione della certificazione sismica obbligatoria.

Tra le altre cose la mozione approvata impegna il Governo a pianificare il fabbisogno di risorse pubbliche e private per la messa in sicurezza degli edifici, a dare continuità per i prossimi 3 anni all’ecobonus per le ristrutturazioni edilizie e l’efficientamento energetico.

La mozione chiede inoltre un impegno del Governo a considerare l’estensione del meccanismo ipotizzato da Enea per gli interventi di efficientamento energetico dei condomini anche alla messa in sicurezza antisismica, semplificando i criteri e i meccanismi vigenti e stabilendo norme specifiche per i soggetti incapienti. Infatti se questi interventi fossero svolti congiuntamente, avrebbero il vantaggio di una diminuzione complessiva dei costi, a cui si aggiungerebbe la possibilità di utilizzare i flussi positivi di risorse che producono i risparmi derivanti dall’efficienza energetica, per pagare anche i lavori di messa in sicurezza.

Per quanto riguarda la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma da Palazzo Madama si chiede che avvenga nei medesimi siti, coinvolga l’Autorità anticorruzione, scongiurando il rischio di appalti assegnati a ditte improvvisate o legate alla criminalità organizzata.

La mozione impegna inoltre a negoziare maggiore flessibilità con le istituzioni europee e a prevedere la possibilità di un’assicurazione obbligatoria sulla casa, interamente detraibile, che copra i rischi di calamità naturali.

Il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, De Vincenti, in audizione il 1° settembre 2016, in seduta congiunta, presso le Commissioni Ambiente della Camera e del Senato, aveva già confermato l’intenzione del Governo di prorogare gli incentivi per la ristrutturazione e l’ecobonus per favorire interventi finalizzati al risparmio energetico e alla realizzazione di progetti antisismici. Tali misure grazie alla stabilizzazione permetterebbero il superamento del limite strutturale determinato dall’annualità prevista.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%

Le ultime notizie sull’argomento