Advertisement

In Galles la casa efficiente che funziona da centrale elettrica

Un’abitazione in grado di generare, immagazzinare e rilasciare la propria energia prodotta da fonti rinnovabili

Gli esperti della Welsh School of Architecture dell’università di Cardiff hanno progettato e costruito in Galles la prima casa sostenibile del Regno Unito, completamente “carbon free”, che produce più energia di quanta ne consumi ed è in grado di conservare l’energia in eccesso che può essere poi rivenduta alla rete elettrica nazionale.
La casa, progettata dal professor Phil Jones e dal suo team della Welsh School of Architecture, in collaborazione con progetto Solcer (Galles Low Carbon Research Institute), è stata costruita come prototipo per soddisfare i severi nuovi obiettivi di abitazioni “carbon free” fissati dal governo del Regno Unito. Il design unico dell’edificio unisce per la prima volta domanda di energia ridotta, fornitura di energia rinnovabile e stoccaggio di energia, per creare una casa a energia positiva.
Il fabbisogno energetico dell’abitazione, che comprende tre camere da letto, è particolarmente basso grazie agli alti livelli di isolamento termico garantiti dai pannelli coibentati e dagli infissi a doppi vetri.
Il tetto rivolto a sud è composto da pannelli solari fotovoltaici vetrati, integrati nel design dell’edificio che rendono autosufficiente l’abitazione; inoltre anche una parte della parete esterna genera energia insieme alla pompa di calore. Pannelli solari e pompa di calore forniscono elettricità e riscaldamento, l’illuminazione a Led è a risparmio energetico. L’energia in eccesso può essere stoccata per essere utilizzata dagli abitanti quando ce ne sia bisogno o per essere rivenduta.
La costruzione del prototipo è durata sedici settimane e il prezzo è accessibile, poco più di 1.000 sterline al metro quadrato.

I Sistemi energetici combinano energie rinnovabili e sistemi di accumulo. Credit: Università di Cardiff

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento