In scadenza il bando del Ministero per le energie pulite

Il prossimo 25 maggio scadrà il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al bando del ministero dell'Ambiente per il finanziamento di progetti di ricerca finalizzati a interventi di efficienza energetica e all'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile in aree urbane. A disposizione ci sono 10 milioni di euro per cofinanziare, fino a un massimo del 50% dei costi, ''studi e ricerche nel campo ambientale e delle fonti di energia rinnovabile destinate all'utilizzo per i mezzi di locomozione e per migliorare la qualità ambientale all'interno dei centri urbani''.
Secondo quanto riferisce l'Agenzia Asca, sono tre le aree di intervento: innanzitutto l'incremento dell'efficienza energetica negli usi finali e l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile con particolare riguardo alla riduzione delle emissioni inquinanti in aree urbane. In secondo luogo la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno da fonti di energia rinnovabili. Infine, saranno finanziati anche i sistemi di locomozione e le infrastrutture dedicate, sempre per il miglioramento della qualità ambientale nelle aree urbane. Il costo complessivo di ogni progetto dovrà essere non inferiore ai 300 mila euro e non superiore ai 3 milioni di euro.

«Con questo bando – ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo – si punta a migliorare la qualità dell'aria delle nostre città, parte essenziale della battaglia globale sul clima. Scegliere l'energia sostenibile e' per il nostro Paese non più un'opzione ma una necessità: e' questa la strada intrapresa dal governo. E su questa strada la green economy italiana sta muovendo numerosi passi avanti che iniziative come questa rendono ancora più decisi e vigorosi ».

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Incentivi e finanziamenti agevolati, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento