La lana di roccia per città più sostenibili

La trasformazione in atto delle aree urbane in megalopoli va affrontata anche attraverso una progettazione efficiente e l’uso di materiali sostenibili e circolari. La sfida di Rockwool per le città di domani

La lana di roccia Rockwool per città ed edifici più sostenibili

Le migrazioni verso le città, a causa del cambiamento climatico, delle guerre, della siccità che rende le regioni di gran parte del mondo aride e non coltivabili, sta portando alla creazione di vere e proprie megalopoli, in cui lo spazio vitale è sempre più ridotto.

Le stime dicono che entro il 2030 ci saranno più di 30 megalopoli con oltre 10 milioni di abitanti. E’ necessario da una parte pianificare interventi di potenziamento del patrimonio edilizio esistente, delle infrastrutture e dei servizi e dall’altra gestire nel migliore dei modi questa trasformazione, senza impattare sull’ambiente.

Si tratta di una sfida e di un’opprtunità che ROCKWOOL ha fatto propria, la lana di roccia infatti è un materiale che può essere utilizzato con molti vantaggi per la realizzazione di città sostenibili, in grado di rendere più confortevole la qualità della vita delle persone.

La lana di roccia Rockwool per città ed edifici più sostenibili

Tra i molti plus la lana di roccia è infatti un materiale che vanta ottime caratteristiche di isolamento termico e acustico, salubrità degli ambienti ed efficienza energetica.

Considerando che passiamo molto tempo all’interno delle abitazioni o dei luoghi di lavoro è particolarmente importante garantire la qualità dell’aria indoor e la salubrità degli ambienti.

Le soluzioni ROCKWOOL 100% lana di roccia assicurano ottime performance sia in termini di isolamento termo-acustico che di benessere ambientale, sono prive di sostanze chimiche pericolose, evitano la formazione di muffe e di umidità, garantiscono ambienti silenziosi e aiutano a prevenire la propagazione del fuoco.

Lana di roccia: economia circolare e sostenibilità

Come sappiamo il settore delle costruzioni è responsabile di circa il 40% delle emissioni di CO2, consuma oltre la metà delle risorse globali del pianeta e produce un terzo dei rifiuti.

Per limitare l’impatto sull’ambiente, è quindi necessario ripensare l’edilizia in termini di circolarità, prevedendo il riutilizzo delle materie, non più da considerare come scarto, ma come valore.

La lana di roccia ROCKWOOL rientra perfettamente nel concetto dell’economia circolare, comprende infatti fino al 50% di contenuto riciclato, dura più di 50 anni e può essere riutilizzata.

Il patrimonio edilizio delle nostre città è particolarmente energivoro, poco sicuro e inquinante perché vetusto e in gran parte realizzato prima che ci fossero normative precise su antisismica ed efficienza energetica.

Le città del domani devono obbligatoriamente partire dalla riqualificazione di questo patrimonio edilizio e dalla costruzione di nuovi edifici ad altissima efficienza energetica, grazie prima di tutto a impianti evoluti, energie rinnovabili e a un sistema di isolamento dell’involucro efficace, in grado di assicurare comfort nelle diverse stagioni e di limitare le emissioni di CO2.

Anche in questo caso le soluzioni in lana di roccia ROCKWOOL sono particolarmente adatte e garantiscono ottimo isolamento.

Grazie alle caratteristiche della lana di roccia che abbiamo elencato, il suo utilizzo permette di ottenere i prerequisiti minimi di prestazione energetica e i crediti previsti dal protocollo LEED®, Leadership in Energy an Environmental Design, sviluppato negli Stati Uniti dal U.S. Green Building Council, modello volontario di rating che considera tutto il ciclo di vita dell’edificio, valutandone qualità ambientale, ecologica e sociale. ROCKWOOL mette a disposizione delle aziende la propria competenza, supportandole nella richiesta dei crediti per i progetti.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici