Iniziati i lavori per la Residenza universitaria sostenibile Mayer

La nuova residenza, realizzata interamente in pannelli di legno X-Lam, sarà inaugurata a giugno 2016

E’ in via di realizzazione in corso Buonarroti a Trento, all’interno dell’area dell’ex albergo Mayer, la nuova residenza universitaria, che ospiterà in tre complessi a ferro di cavallo, circa 130 posti letto e una serie di spazi comuni.
L’edificio sarà costituito da un piano interrato in cemento armato, destinato a garage e locali di servizio, e cinque piani fuori terra realizzati con struttura portante in pannelli di legno X-Lam da abete della Val di Fiemme certificato FSC.
Le singole unità abitative, caratterizzate da moduli preassemblati nello stabilimento Essepi XXL di Cavedine, comprensivi di impianti elettrici, pannelli di cartongesso e finestre con tecnologia e design Essepi, saranno  posati direttamente in cantiere,.

“Si tratta di un modello di prefabbricazione avanzata, ovvero una tecnica di costruzione innovativa che abbatte i tempi di edificazione e offre notevoli vantaggi in termini di sicurezza e di impatto urbano e ambientale, afferma Silvio Pedrotti, titolare di Essepi XXL. Contiamo infatti di consegnare la struttura ultimata entro settanta giorni, riducendo i costi di realizzazione e soprattutto il disturbo ai cittadini, visto che operiamo in una zona centrale della città”.

Il progetto complessivo prevede un ulteriore volume di due piani con struttura portante in legno e acciaio, collegato ai tre complessi principali, per aree a destinazione pubblica. La copertura sarà piana, a tetto verde estensivo, su cui verranno sistemati gli alloggiamenti dei pannelli fotovoltaici e solari termici. L’edificio sarà inoltre dotato di impianti domotici che garantiranno bassi costi di gestione e un risparmio energetico intorno al 65%. L’obbiettivo è il livello di certificazione Platinum, il più alto in termini di sostenibilità ambientale secondo il protocollo Leed.

“I moduli abitativi in X-Lam realizzati in prefabbricazione consentono la massima cura dei dettagli costruttivi ed estetici, e altissime performance di isolamento termico e acustico, oltre all’applicazione delle più attuali tecniche antisismiche, sottolinea Pedrotti. Come Essepi XXL abbiamo già una solida esperienza nella costruzione di edifici multipiano in legno. Questo sistema “a celle prefabbricate”, evoluzione della tradizionale tecnica a pannelli, e che sperimentiamo per la prima volta nel cantiere Mayer, garantisce rendimenti notevolmente migliori e si adatta in misura particolare all’edilizia alberghiera, scolastica e ospedaliera”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento