Advertisement

Interventi di riqualificazione energetica per il 12,5% degli edifici in Emilia

Nella Regione le detrazioni hanno spinto investimenti per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti

L’Emilia Romagna dal 2008 al 2013 ha sostenuto, con investimenti per oltre 2 miliardi di euro, gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici della regione, che hanno coinvolto il 12,5% degli immobili, contro una media italiana che si ferma all’8,5%.

Grazie agli incentivi fiscali sono stati realizzati interventi di riqualificazione energetica soprattutto nel residenziale, che consuma il 25% dell’energia complessiva utilizzata in Emilia-Romagna, e che hanno garantito un risparmio di oltre 1,1 milioni di kilowatt ora in cinque anni.

Nella Regione, ora impegnata nella definizione del nuovo Piano energetico, l’obbligo di redazione dell’Attestato di prestazione energetica (Ape) per gli edifici di nuova costruzione, per gli edifici oggetto di compravendita e di locazione, è stata estesa alla certificazione energetica sul patrimonio edilizio regionale, in particolare degli edifici con destinazione residenziale che ne costituiscono la maggior parte.
A fine 2015 risultano così depositati 680.113 Attestati di prestazione energetica; di questi 69.953 sono relativi ad edifici o unità immobiliari di nuova costruzione (pari al 10,29 % degli Ape emessi) e 575.541 riguardano edifici residenziali.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%, Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento