L’edilizia sostenibile del futuro? L’abbiamo vista a Klimahouse

Si è appena conclusa la 17° edizione di Klimahouse, tornata in presenza a Bolzano dopo due anni, che si è confermata fiera di riferimento per il mondo del risanamento e dell’edilizia sostenibile. Le 19 Startup presenti nell’area Future Hub hanno presentato le soluzioni più interessanti e innovative per costruzioni green e mobilità sostenibile, attente all’economia circolare, al recupero dei materiali e agli strumenti digitali.

A cura di:

Klimahouse 2022
Img by Marco Parisi

Indice degli argomenti:

Klimahouse, fiera per eccellenza dedicata a edilizia sostenibile ed efficienza energetica, è tornata a Bolzano, nella sua versione in presenza, dal 18 al 21 maggio. Come sempre la manifestazione ha offerto spunti di riflessione e approfondimento grazie alle novità proposte dalle aziende, alle ultime tecnologie presentate all’insegna di efficienza energetica e innovazione green e ai molti convegni con autorevoli relatori del mondo scientifico e accademico.

Tanti i temi trattati, più attuali che mai oggi, momento in cui la situazione geopolitica ci impone una riflessione più attenta sul futuro energetico e sulle azioni da intraprendere per affrontare l’emergenza climatica. Anche i numeri confermano il successo della fiera, dato non scontato dopo due anni di pandemia: 400 espositori, oltre 24.000 visitatori, 150 eventi e più di 100 partecipanti al Klimamobility Congress.

Il futuro della bioedilizia e della mobilità

E, a proposito di innovazione, abbiamo visitato l’area Future Hub con le 19 Startup innovative selezionate dal partner di Klimahouse Blum.Vision che hanno partecipato al Klimahouse Prize, per le categorie “Startup” – innovazione per l’edilizia – o “Startup Mobility” – innovazione per la mobilità sostenibile.
Quello che abbiamo fatto è un percorso nel futuro, con innovazioni tecnologiche, materiali super efficienti e sostenibili, prodotti di design che ci raccontano che il futuro dell’edilizia in effetti è già iniziato.

Ecco una carrellata di quanto abbiamo visto.

Brix di Isinnova, vincitore del Klimahouse Prize per le Startup, è un innovativo sistema costruttivo che utilizza travi in legno microlamellare LVL di abete con incastro a pettine, con cui si possono realizzare pareti, solai e coperture.

Sistema costruttivo Brix di Isinnova, vincitore del Klimahouse Prize 2022
Brix di Isinnova

I tagli presenti nelle travi premettono un perfetto incastro tra gli elementi ortogonali; per rendere la struttura più solida all’esterno vengono utilizzati pannelli di rinforzo fissati alle travi BRIX. I moduli sono facili e veloci da assemblare, grazie anche alla presenza di fori per il passaggio degli impianti idraulici ed elettrici, e possono poi essere smontati e riutilizzati.

BBB srl è una start-up innovativa che ha presentato il bio-mattone in legno per la bioedilizia modulare prefabbricata BioBuildingBlock, realizzato con materiali naturali e riutilizzabili in ottica di economia circolare.

bio-mattone in legno per la bioedilizia modulare prefabbricata BioBuildingBlock di BBB
Bio-mattone BioBuildingBlock

Grazie alla configurazione dei moduli è possibile montare le pareti, anche portanti, in modo rapido e sicuro, senza utilizzar malte cementizie o collanti speciali. Il mattone è realizzato in legno e barre di metallo e può alloggiare trucioli di legno o lana di roccia/pecora, aumentando così le proprietà di isolamento termico e acustico.

Il design può essere sostenibile e bello. Ce lo dimostra Krill Design, azienda che propone bellissimi oggetti realizzati a partire dagli scarti, a bassissime emissioni, utilizzando tecnologie digitali e stampanti 3D. In fiera abbiamo visto di Ohmie – The Orange Lamp, una lampada nata dalla buccia d’arancia.

Ohmie - The Orange Lamp, lampada realizzata dalla buccia d'arancia
Ohmie – The Orange Lamp

Ma anche Mixcycling, realtà nata dall’idea che ogni rifiuto possa trasformarsi. I materiali derivati da scarti provenienti da lavorazioni industriali diventano così nuove risorse, grazie a un processo brevettato in cui vengono miscelate base polimerica e fibra. I polimeri fossili sono sostituiti con fibre sostenibili e danno vita a nuovi prodotti naturali utilizzabili in vari settori.

Mixcycling trasforma i rifiuti in nuove risorse
L’ampia gamma di prodotti di Mixcycling

Maarmo invece propone termoarredi di design a impatto 0, realizzati a partire dalla polvere di marmo riciclata e leganti a base d’acqua. Il calore si diffonde per irraggiamento assicurando sempre il miglior comfort grazie ai sensori di temperatura che si trovano all’interno dell’agglomerato.

Maarmo: termoarredi di design a impatto 0
Maarmo: termoarredi di design a impatto 0

Edilizia circolare e a km 0 caratterizzano Myamo, un pannello acustico modulare sostenibile ed efficiente per interni, realizzato da Katharina Querbach con i funghi e gli scarti dei prodotti del territorio. Ispirato alle strutture cellulari presenti in natura si caratterizza per la superficie in rilievo.

Myamo, un pannello acustico modulare sostenibile ed efficiente
Il pannello Myamo

VAIA Cube è invece un amplificatore naturale di suoni per smartphone realizzato con il legno proveniente dagli oltre 42 milioni di alberi abbattuti tra il 28 e il 29 ottobre 2018 dalla tempesta Vaia.

VAIA Cube, amplificatore di suoni naturale
VAIA Cube

Ogni pezzo è unico perché il taglio realizzato segue la naturale venatura del legno e ogni VAIA Cube acquistato aiuterà a ripiantare un albero nelle zone colpite dalla tempesta.

Parlando di intelligenza artificiale Nextome ha proposto innovative tecnologie di tracciamento in grado di monitorare la presenza di persone e oggetti all’interno e all’esterno di infrastrutture, assicurando anche una gestione più smart ed efficiente degli edifici, in modo da limitarne i consumi.

Innovative tecnologie di tracciamento di Nextome
Le innovative tecnologie di tracciamento di Nextome

Tante le novità anche in tema di mobilità sostenibile

Vincitrice della sezione è 2electron che parte dall’idea che si può guidare a 0 emissioni con le stesse sensazioni della guida tradizionale: la tecnologia McFly assicura una serie di suoni ed emozioni che garantiscono il divertimento alla guida degli EV, sia sulle due che sulle quattro ruote.

2electron per guidare i veicoli elettrici con le stesse emozioni di quelli tradizionali
2electron: guidare a 0 emissioni e con le emozioi dei veicoli tradizionali

Ricaricare l’auto elettrica d’ora in poi sarà più facile grazie a Reefilla, innovativo ecosistema di ricarica “a domicilio”, basato su batterie intercambiabili connesse gestite da una piattaforma cloud IoT. E’ a tutti gli effetti un servizio di delivery urbano, basta sottoscrivere un abbonamento per avere ricariche illimitate con la colonnina mobile. Il servizio è in partenza per il momento a Milano e Torino.

Reefilla, ricaricare l'auto elettrica a domicilio
Reefilla, delivery urbano per la ricarica dell’auto elettrica

Ohoskin ha brevettato un materiale sostenibile, vegano e Made in Italy realizzato a partire dai sottoprodotti di arance e cactus. Si tratta di un tessuto vegano, alternativo alla pelle che può essere utilizzato in diverse applicazioni: per gli interni delle auto, arredi, borse…

Ohoskin ha brevettato un materiale sostenibile, vegano che sostituisce la pelle
Il materiale vegano brevettato da Ohoskin

WASH4GREEN è una startup che ha sviluppato un sistema per lavare le auto con prodotti 100% ecologici e senza acqua, detergenti che si vaporizzano al momento dell’utilizzo, garantendo ottimi risultati in termini di pulizia.

WASH4GREEN è una startup che ha sviluppato un sistema per lavare le auto con prodotti 100% ecologici
WASH4GREEN: l’auto si lava senz’acqua

Klimahouse Prize, premio all’eccellenza

Il Kimahouse Prize 2022, realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, è un premio all’eccellenza dedicato alle innovazioni più interessanti proposte dalle aziende espositrici.
La Giuria, guidata dal Professor Niccolò Aste del Politecnico di Milano ha premiato 3 categorie – Innovation, Circle e Market Performance – e la migliore Startup.

Klimahouse Prize, premio all’eccellenza
Il sistema per l’isolamento al rumore da calpestio per le scale monolitiche Schöck Tronsole è stato premiato nella categoria Innovation. Nella motivazione la Giuria ha sottolineato che “il fattore acustico si affianca ai requisiti termici ed energetici per garantire il comfort interno”.

sistema per l’isolamento al rumore da calpestio per le scale monolitiche Schöck Tronsole
Schöck Tronsole

Ha vinto per la categoria Circle, destinata ai prodotti attenti all’economia circolare e alla tutela dell’ambiente, grazie anche all’uso di materiali riciclati e rinnovabili, il mattone naturale CANAPAFOR green di BIOmatCanapa by Pedone Working. Il prodotto formato da legno di canapa e legante aereo vanta ottime caratteristiche termoacustiche ed è in grado di regolare il tasso di umidità.

BIOmatCanapa by Pedone Working
Biomattone in canapa e calce

Il sistema ibrido SPHERA EVO 2.0 EASYHYBRID di Clivet ha vinto nella categoria Market Performance, dedicata ai prodotti in grado di soddisfare le necessità di diverse categorie di utenti diventando punti di riferimento per il mercato. Si tratta di una soluzione innovativa che unisce pompa di calore e caldaia a condensazione per riscaldamento, condizionamento, e produzione di acqua calda sanitaria in ambito residenziale. Grazie a un algoritmo di ottimizzazione SPHERA 2.0 è in grado di soddisfare la richiesta termica con la minor spesa economica e la massima efficienza energetica.

Sistema ibrido per la climatizzazione SPHERA EVO 2.0 EASYHYBRID di Clivet
Sistema ibrido SPHERA EVO 2.0 EASYHYBRID di Clivet

Klimahouse tornerà nel 2023 con un’edizione primaverile dall’8 all’11 marzo. Dal 2024 riprenderà la consueta edizione a gennaio, dal 24 al 27.


19/4/2022

Dal 18 maggio Klimahouse, di nuovo in presenza a Bolzano

Dopo due anni in cui la pandemia ci ha costretti a rinunciare a una fra le più importanti manifestazioni a livello internazionale dedicate a edilizia sostenibile ed efficienza energetica, torna in presenza dal 18 al 21 maggio, in piena sicurezza, Klimahouse Bolzano. Una formula tutta nuova, in presenza ma anche ibrida, attiva per tutto l’anno

Klimahouse: torna l'appuntamento con l'edilizia sostenibile a Bolzano

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, Klimahouse, fra le più importanti fiere dedicate a edilizia efficiente e sostenibile, torna in presenza dal 18 al 21 maggio affiancando, alla ricca proposta di prodotti e innovazioni cui siamo abituati, l’esperienza fatta nell’ambito della comunicazione digitale. Lo scorso anno infatti la Digital Edition in un format diverso e completamente nuovo, ha offerto molti approfondimenti e occasioni di confronto con aziende, importanti esperti del settore, responsabili di associazioni, intorno alla tematica principale dell’innovazione applicata all’edilizia.

In un momento particolarmente importante per il mercato delle costruzioni, caratterizzato da una significativa crescita ma che vive in contemporanea il problema del rincaro prezzi e della scarsità dei materiali, e la recente guerra in Ucraina, la 17esima edizione della manifestazione si preannuncia ricca di contenuti, grazie alle novità proposte dagli espositori, all’interessante calendario di eventi (fruibili sia in presenza che online) e alle importanti possibilità di business, naturalmente garantendo la sicurezza di espositori e visitatori. Come è nel DNA della fiera molta attenzione sarà dedicata ai giovani e alle start up e non mancheranno occasioni di incontro e business, particolarmente importanti in questo momento storico.

Parlando di giovani, nella giuria che selezionerà i cinque finalisti del Klimahouse Prize, guidata dal Professor Niccolò Aste del Politecnico, per prima volta è stato coinvolto un giurato under 35  che lavorerà insieme agli esperti del settore energia-edificio-ambiente.

Rimane inalterata la formula messa a punto di suddivisione degli spazi con la presenza dei due palchi che ospiteranno incontri e diverse attività che si potranno seguire anche da remoto. Nel primo “Klimahouse Innovation Forum”, aziende ed esperti si confronteranno sul futuro dell’edilizia sostenibile; il secondo “Klimahouse Academy” darà invece spazio alla formazione.

4 giorni 4 temi

Ognuno dei 4 giorni della fiera sarà dedicato a uno specifico tema:

Il 18 maggio focus su architettura con attenzione in particolare ai giovani professionisti. Il 19 è la giornata dell’economia circolare e il 20 sarà dedicato al legno con, tra gli altri, l’evento Klimahouse Wood Summit durante il quale si approfondirà il tema della costruzione in legno per il residenziale, anche su larga scala. Si chiude il 21 con la giornata dedicata al vivere sostenibile per professionisti e committenti privati e la possibilità di avere una consulenza negli spazi dell’Agenzia CasaClima e la Klimahouse Academy.

Klimamobility

Per la prima volta l’evento si svolgerà in de giorni, il 20 e il 21 maggio, con spazio alla mobilità sostenibile nelle sue diverse sfaccettature: macchine elettriche, trasporto pubblico sostenibile e la micro-mobilità, nel duplice evento Klimamobility e Klimamobility Congress. Anche in questo caso, la parte espositiva sarà arricchita da momenti di approfondimento e i privati avranno la possibilità di fare consulenze gratuite, expo e test drive.

Non possono certo mancare alcuni appuntamenti ben consolidati come il Klimahouse Congress che in 3 giorni al MEC, esclusivamente in presenza e accessibili ondemand, approfondirà alcuni dei temi più attuali del momento.

Torna il Klimahouse Prize, premio proposto in collaborazione con il Politecnico di Milano e destinato alle aziende espositrici in grado di innovare con attenzione ai temi della sostenibilità, efficienza energetica e in ottica di economia circolare.

Nell’ambito dei Klimahouse Tours saranno proposti a un pubblico B2B, in collaborazione con la Fondazione Architettura Alto Adige, visite guidate dedicate a esempi virtuosi dell’architettura sostenibile.

Per la prima volta infine il mattino sarà accompagnato dalle Breakfast News,  un TG on line dalle 9 alle 9.15 per augurare il buongiorno e ricordare gli appuntamenti della giornata con il contributo di brevi interviste. La fiera si sposta anche in città con il Klimahouse per Bolzano, il percorso tra negozi, ristoranti e bar con prodotti a km0 e a filiera corta.


20/12/2021

Posticipata a maggio Klimahouse 2022

Per garantire la massima sicurezza per tutti, visitatori ed espositori, viene posticipata da gennaio a maggio Klimahouse di Bolzano.
Convivere con la pandemia Covid 19 significa anche essere flessibili per garantire la miglior sicurezza per tutti. Con questa consapevolezza Fiera Bolzano ha comunicato il posticipo dell’edizione 2022 da gennaio a maggio, dal 18 al 21.

Il 28 gennaio la fiera proporrà una giornata ibrida, di avvicinamento alla Manifestazione Road to Klimahouse”, dedicata al mondo del legno e dell’architettura.

“Siamo sicuri che quest’edizione primaverile di Klimahouse sarà un successo che non si limiterà al quartiere fieristico, ma coinvolgerà anche tutta la città di Bolzano”, dichiara Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano.


19/11/21

Klimahouse: torna l’appuntamento con l’edilizia sostenibile a Bolzano

Una strategia che però non terminerà il 29 gennaio ma che, proprio grazie all’esperienza fatta nel periodo del lockdown, continuerà per tutto l’anno, attraverso una piattaforma ibrida.

Una crescita, quella dell’edilizia, sostenuta in gran parte dai bonus edilizi e in particolare dal Superbonus 110%: i  dati presentati da Enea e aggiornati al 31 ottobre 2021 parlano infatti di 9,7 miliardi di euro ammessi a detrazione e più di 57.600 asseverazioni presentate tra le varie tipologie di edifici. Un settore strategico per la nostra economia che sta cambiando, grazie a un nuovo modo di costruire, con tecnologie connesse e sempre più intelligenti e digitalizzate.

Klimahouse, sottolinea Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano, permette uno scambio continuo e costruttivo tra tutti gli operatori della filiera “perché accanto all’evento fisico, rappresenta una vera e propria piattaforma attiva 365 giorni all’anno. Una realtà viva, sempre pronta ad evolvere e reinventarsi”.

Proprio per enfatizzare questo aspetto in fiera saranno presenti due palchi.

I giovani con l’Onda Z potranno presentare le proprie proposte e la loro idea di futuro sostenibile.

La fiera ha inoltre attivato, in collaborazione con la Camera di Commercio, il B2B Matchmaking digitale, occasione per mettersi in contatto con clienti internazionali.


Articolo aggiornato 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento