La Camera dà l’ok definitivo al Milleproroghe

La Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Milleproroghe. Le novità per l’edilizia e l’efficienza energetica

La Camera ha approvato il DL Milleproroghe (decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, proroga e definizione di termini per l’esercizio di deleghe legislative) confermando il testo licenziato dal Senato.

Ricordiamo dunque le principali novità per l’edilizia.

E’ confermata la proroga dei termini per l’adeguamento degli impianti di riscaldamento centralizzati nei condomini per l’installazione di impianti di termoregolazione e contabilizzazione individuale del calore al 30 giugno 2017. Proroga che ricordiamo non ha effetto in Regione Lombardia.

E’ rinviato al 2018 l’aumento dal 35% al 50% della scadenza fissata dal Dlgs 28 del 2011 sull’obbligo di utilizzo di rinnovabili per le nuove costruzioni o in caso di grandi ristrutturazioni, del fabbisogno energetico legato al riscaldamento invernale, al raffrescamento estivo e alla produzione di acqua calda sanitaria, ai fini del raggiungimento dei target europei al 2020.

Confermata anche la a proroga per tutto il 2017 delle agevolazioni per gli acquisti per le case ad alta efficienza energetica (classe A e B), che prevede una detrazione Irpef pari al 50% dell’IVA, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo.

Sono posticipate le scadenze relative al Sistri: l’entrata in vigore degli obblighi relativi al Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e il dimezzamento delle sanzioni per la mancata iscrizione al Sistri e per il mancato pagamento del contributo d’iscrizione è infatti spostata al 31 dicembre 2017.

Per quanto riguarda l’edilizia scolastica è prorogato al 31 dicembre 2017 il pagamento dei lavori di ristrutturazione. Si tratta di una proroga in qualche modo obbligatoria visto che gli enti locali hanno potuto far partire le gare per l’esecuzione dei lavori solo entro il 29 febbraio 2016 con ovvi ritardi sull’avvio degli interventi di riqualificazione degli edifici.

Sono stati prorogati al 31 dicembre 2017 gli incentivi per i progetti di efficienza energetica di grandi dimensioni, non inferiori a 35.000 TEP/anno, il cui periodo di riconoscimento dei certificati bianchi terminava entro il 2014.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa

Le ultime notizie sull’argomento