Advertisement

Leggero calo per le nuove installazioni FER, bene il fotovoltaico

Pubblicato l’osservatorio Anie Rinnovabili: – 4% per le nuove installazioni FER rispetto al 2015, il fotovoltaico segna un + 26%

Nel complesso nel periodo gennaio-ottobre 2016 le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico sono calate del 4% rispetto allo stesso periodo del 2015, con forti decrementi di eolico a -22% e idroelettrico, – 32%, mentre continua il trend positivo del fotovoltaico, che nei primi 10 mesi dell’anno ha registrato un + 26%.

E’ quanto emerge dall’Osservatorio pubblicato da Anie Rinnovabili su dati Gaudì.

Fotovoltaico

La nuova potenza installata fino a ottobre 2016 arriva a 309,2 MW, in crescita del 26% rispetto a gennaio – ottobre 2015. Continua dunque il trend positivo anche se il dato nel periodo gennaio-agosto aveva registrato una crescita maggiore, con un + 34%.

In crescita del 10% anche il numero di unità di produzione. Per quanto riguarda le classi di potenza continuano a far la parte del leone le installazioni di potenza inferiore ai 20 kW che rappresentano il 96% degli impianti connessi corrispondenti a una potenza pari al 56% del totale.

A livello regionale Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sardegna sono le Regioni in cui c’è stato il maggior aumento in termini di potenza, mentre quelle con il maggior decremento sono Liguria, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta.

Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di unità di produzione sono Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sicilia e Veneto, mentre quelle con il maggior decremento sono Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta.

Eolico e idroelettrico

La potenza totale dei nuovi impianti eolici connessi alla rete è in calo del 22% nei primi dieci mesi del 2016 (circa 218 MW) rispetto allo stesso periodo del 2015, mentre le unità di produzione da fonte eolica connesse in rete sono diminuite del 2%.

L’84% degli impianti installati è di taglia superiore ai 200 kW e il 99% della potenza connessa si trova nelle regioni del Sud Italia. .

Continua a soffrire il comparto idroelettrico che vede ridursi del 32% la nuova potenza installata. Il numero di unità di produzione rispetto allo stesso periodo del 2015 ha subito un calo dell’8%.

Le regioni in cui si è verificata la maggior crescita di potenza rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sono Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Sicilia e Valle d’Aosta. Gli impianti idroelettrici di taglia inferiore ai 3 MW connessi nei primi dieci mesi del 2016 rappresentano il 70% del totale.

L’unica nota positiva resta legata all’analisi dei dati congiunturali dei trimestri dell’anno in corso, che evidenzia un complessivo miglioramento delle rinnovabili grazie al contributo positivo dato da eolico (+54%) e idroelettrico (+11%).

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento