IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > L'integrazione del settore energetico è la chiave delle 24 ore di sole

L'integrazione del settore energetico è la chiave delle 24 ore di sole

FRONIUS

05/09/2018

Si può concretizzare il sogno di Fronius di 24 ore di sole che assicuri il pieno approvvigionamento energetico con le sole rinnovabili, grazie alle soluzioni intelligenti che prevedono massima integrazione dei settori

 

 Soluzioni integrate Fronious per le 24 ore di sole

 

Le soluzioni intelligenti di Fronius Solar Energy permettono la massima integrazione dei vari settori, coprendo i fabbisogni energetici, la produzione di acqua calda e la e-mobility con la sola energia del sole, nell’ottica della visione Fronius delle 24 ore di sole.

 

Martin Hackl, Direttore Solar Energy, Fronius International GmbH sottolinea che per i proprietari di un impianto FV è importante utilizzare la maggior parte dell'energia elettrica generata, sia dal punto di vista ambientale che economico. L’azienda austriaca ha sviluppato una serie di soluzioni che  permettono nei mesi di sole di accumulare abbastanza energia fotovoltaica da coprire le necessità domestiche, ricaricare la propria auto elettrica o riscaldare l’acqua. 

Due casi studio. Fronius Ohmpilot per il risparmiare i costi di corrente e carburante

Dal 2014 la famiglia Samwald di Steinbach, in Austria, composta da 6 persone utilizza un impianto fotovoltaico da 4 kWp per l'approvvigionamento energetico.

 

Fronius Ohmpilot copre il fabbisogno di acqua calda grazie all'impianto fotovoltaico

 

Il capofamiglia, Stefan Samwald, ha però deciso di fare un ulteriore passo installando Fronius Ohmpilot, dispositivo che dirige l'energia FV in eccesso direttamente nel riscaldatore a immersione nel boiler e permette di riscaldare l’acqua. Fino ad ora per assicurare l'acqua calda era stato utilizzato anche in estate l'impianto di riscaldamento a gasolio vecchio di 20 anni.

 

Grazie a questo intervento dalla primavera all'autunno l’impianto ad olio non viene utilizzato e tutta l'acqua calda necessaria alla famiglia è assicurata dall’energia fotovoltaica in eccesso proveniente dal proprio tetto, con benefici in termini di durata dell’impianto e consumo di carburante. Utilizzando energia solare pulita, nel 2017 la famiglia Samwalds ha risparmiato 430 litri di olio combustibile. Nello stesso periodo, il tasso di autoconsumo è passato dal 30% a oltre il 60%, raggiungendo in alcune occasioni anche il 90%. 

Autonomia del 90% con acqua calda, accumulo ed e-mobility

Fronius Ohmpilot per la ricarica dell'auto elettrica grazie all'impianto fotovoltaico

 

Anche la famiglia Auer di Rieden si è affidata al know-how Fronius in materia di integrazione del settore energetico. L'Ohmpilot in questo caso non solo permette di riscaldare l'acqua utilizzando l'energia solare, ma il sistema fotovoltaico installato su tetto da 16 kWp alimenta anche una Fronius Solar Battery e un wallbox eCharge per la ricarica dell’auto elettrica.

La famiglia può anche utilizzare l'energia che ha accumulato dopo il tramonto, aumentando così notevolmente il proprio autoconsumo energetico e raggiungendo un tasso di autosufficienza del 90%, con una riduzione dei costi energetici e del periodo di ritorno dell’investimento dell'impianto fotovoltaico.

 

Richiedi informazioni su L'integrazione del settore energetico è la chiave delle 24 ore di sole

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
Altri articoli riguardanti FRONIUS