IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il gruppo Caleffi acquisisce rubinetterie Cristina

Il gruppo Caleffi acquisisce rubinetterie Cristina

CALEFFI

Il Gruppo Caleffi, specializzato nella componentistica per impianti di riscaldamento, condizionamento e idrosanitari, annuncia l'acquisizione di Cristina, azienda che produce rubinetteria di alta qualità

 

 

Il Gruppo Caleffi cresce e amplia il proprio business al settore rubinetteria. Lo scorso 29 giugno infatti Caleffi, azienda specializzata nel settore di componentistica per impianti di riscaldamento, condizionamento e idrosanitari completamente made in Italy, presente in oltre 70 Paesi nel mondo, ha completato l'acquisizione di CRISTINA, azienda italiana che dal 1949 produce rubinetteria di alta qualità, proprietaria dei marchi Cristina Rubinetterie e SILFRA.


Soddisfatti Marco Caleffi e Alberto Cristina, imprenditori che operano da anni sullo stesso territorio condividendo la passione per la qualità dei proprio prodotti, con l'obiettivo comune di fare impresa.

 

Rubinetterie Cristina, ci dice Marco Caleffi, è un brand solido, con una storia forte, un posizionamento alto e prodotti di design e innovativi riconosciuti sia in Italia sia all'estero. Si tratta di un marchio che va sostenuto e accompagnato a una progressiva crescita nel rispetto della sua storia di marchio e di prodotto.

Amo definire l’ingresso di Cristina nel Gruppo Caleffi come un passaggio di testimone. La priorità di Alberto è sempre stata quella di lasciare la propria azienda, l'azienda di suo padre, a una persona fidata, che garantisse il proseguimento dell’operatività quotidiana fatta certamente di processi e prodotti ma anche di dedizione al lavoro, di territorialità, di investimenti e di attenzioni costanti. A fronte di questo, essere diventato il Presidente di Cristina è un orgoglio oltre che un’opportunità di business". 

 

Daniele Mazzon, neo Direttore Generale di Cristina spiega che le due aziende manterranno la rete distributiva e commerciale italiana indipendenti l'una dall'altra, con l'obiettivo di creare sinergie più strette sulla crescita nei mercati esteri, dove la presenza di Caleffi è molto ben consolidata.

 

Tra i prossimi passi volti a consolidare il marchio Cristina sono previste iniziative di marketing che rendano centrale e strategico il ruolo dello showroom Cristina Brera aperto di recente a Milano, e la proposta di nuove soluzioni di design per la rubinetteria da bagno.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/02/2020

Noleggio auto a lungo termine e vantaggi per l’ambiente

I vantaggi del noleggio auto a lungo termine sono tanti e interessano anche l'ambiente: le macchine a noleggio rilasciano emissioni più basse, rispetto ai veicoli tradizionali, di ossido di azoto e monossido di carbonio, perché in ...

21/02/2020

Il Green deal europeo parte lento, il freno delle regole e della riforma del Patto di Stabilità

Tra le divisioni dei governi e la necessità di verificare l’andamento dell’economia, la bozza viene rinviata alla fine dell’anno. Mentre il commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni pensa alle misure per la crescita. La ...

18/02/2020

Milleproroghe: approvato emendamento su comunità energetiche

E' stato approvato nei giorni scorsi dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio alla Camera l'emendamento al Decreto Milleproroghe che permetterà la condivisione di energia da fonti rinnovabili nei condomini e tra le imprese, grazie alla ...

18/02/2020

Pianta gli alberi con Treedom

Treedom è la startup italiana che permette a tutti (cittadini e aziende) di piantare un albero, incentivando la riforestazione e l’economia del Paesi in Via di Sviluppo 
a cura di Arch. Emanuele Meloni     Indice ...

14/02/2020

La serra bioclimatica per il risparmio energetico, un progetto di ENEA

ENEA lancia un nuovo progetto sostenibile realizzando una serra bioclimatica con orto idroponico finalizzata allo studio e alla valutazione delle nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su ...

14/02/2020

Lo smog ammazza-Pianeta, ogni giorno uccide 12mila persone e mangia 8 miliardi di dollari

Il nuovo rapporto di Greenpeace disegna un quadro della sofferenza provocato alla Terra dall’inquinamento dell’aria per via dei combustibili fossili. E’ causa di 4,5 milioni di morti premature e costa 2.900 miliardi di dollari ...

13/02/2020

Nel 2019 nuovo record per le rinnovabili in UE

Nel 2019 il settore elettrico dell'UE ha emesso il 12% in meno di CO2 rispetto all'anno precedente e la quota di energie rinnovabili nella produzione di energia elettrica è aumentata in tutta l'UE fino al 35%, registrando un nuovo record. I dati di ...

12/02/2020

Nel 2019 le emissioni globali di anidride carbonica si sono ridotte al minimo

Contro ogni aspettativa lo scorso anno le emissioni globali di anidride carbonica sono rimaste invariate a 33 gigatonnellate, anche se l'economia mondiale è cresciuta del 2,9%   a cura di Raffaella Capritti     Indice degli ...