IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nel 2018 per la prima volta in 20 anni rinnovabili in stallo

Nel 2018 per la prima volta in 20 anni rinnovabili in stallo

L'anno scorso, per la prima volta dal 2001, la crescita della capacità di produzione di energia rinnovabile non è aumentata. L'allarme dell'IEA per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall'Accordo di Parigi

 

Allarme IEA: rinnovabili in frenata per la prima volta nel 2018

 

Dopo quasi due decenni di forte crescita, le energie rinnovabili in tutto il mondo nel 2018 hanno aggiunto la stessa capacità del 2017, un'inaspettata frenata dei trend di espansione che solleva preoccupazioni per il raggiungimento degli obiettivi climatici a lungo termine.

 

Secondo gli ultimi dati dell'Agenzia Internazionale per l'Energia (IEA), la nuova capacità netta di energia fotovoltaica, eolica, idroelettrica, idroelettrica, bioenergia e altre fonti rinnovabili è aumentata di circa 180 gigawatt nel 2018, lo stesso dell'anno precedente. Si tratta solo del 60% circa della nuova capacità necessaria ogni anno per raggiungere gli obiettivi climatici definiti dall'accordo di Parigi.

 

Nuova capacità di produzione energetica da energie rinnovabili nel 2018

 

 Installazioni da rinnovabili nel mondo nel 2018 per tecnologia

 

Il ruolo delle energie rinnovabili nella riduzione delle emissioni globali è fondamentale. Per raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi, secondo lo scenario di sviluppo sostenibile (SDS) dell'IEA, tra il 2018 e il 2030 l'aumento della capacità delle rinnovabili deve essere in media di oltre 300 GW all'anno.

 

Ma l'analisi dell'IEA dimostra che il mondo non sta facendo abbastanza. L'anno scorso, le emissioni di CO2 legate all'energia sono aumentate dell'1,7%, raggiungendo il massimo storico di 33 gigatonnellate. Nonostante una crescita del 7% nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, le emissioni del settore energetico sono cresciute a livelli record.

 

"Il mondo non può permettersi frenare sull'espansione delle energie rinnovabili e i governi devono agire rapidamente per correggere questa situazione, ha detto il dottor Fatih Birol, direttore esecutivo dell'IEA. Grazie alla rapida diminuzione dei costi, la competitività delle rinnovabili non è più fortemente legata agli incentivi finanziari. Ciò di cui hanno principalmente bisogno sono politiche stabili supportate da una visione a lungo termine, ma anche un'attenzione all'integrazione delle energie rinnovabili nei sistemi energetici in modo ottimale ed economico. Le politiche di stop and go sono particolarmente dannose per i mercati e per l'occupazione".

La frenata del fotovoltaico rispetto alle aspettative

Dal 2015, la crescita esponenziale del fotovoltaico globale ha compensato l'aumento più lento dell'energia eolica e idroelettrica. Ma la crescita del solare si è appiattita nel 2018, aggiungendo 97 GW di capacità e non rispettando le aspettative, che prevedevano di superare la simbolica soglia dei 100 GW. Il motivo principale è stato un improvviso cambiamento negli incentivi al fotovoltaico della Cina per contenere i costi e affrontare le sfide dell'integrazione della rete: la Cina ha aggiunto 44 GW di energia solare nel 2018, rispetto ai 53 GW del 2017.

 

Hanno in parte compensato il rallentamento del mercato cinese l'aumento delle installazioni nell'Unione Europea, in Messico, in Medio Oriente e in Africa. Il mercato è rimasto stabile negli Stati Uniti.


Hanno contribuito allo stallo della crescita della capacità di produzione di energia rinnovabile nel 2018 anche le minori aggiunte di energia eolica nell'Unione Europea e in India.

 

Installazioni da rinnovabili nel 2018 per paesi

  

Nonostante la crescita più lenta del fotovoltaico solare, l'anno scorso la Cina ha rappresentato quasi il 45% dell'aumento di capacità totale dell'elettricità rinnovabile, grazie alla crescita dell'eolico; nell'Unione Europea a un aumento del fotovoltaico è però corrisposto un rallentamento dell'eolico; si è registrato un rallentamento della crescita dell'eolico onshore in India e del solare fotovoltaico in Giappone; negli Stati Uniti, il terzo mercato in ordine di grandezza i dati del fotovoltaico sono rimasti stabili, in crescita invece l'eolico onshore.

 

L'espansione della capacità rinnovabile ha accelerato in molte economie emergenti e nei paesi in via di sviluppo del Medio Oriente, del Nord Africa e di alcune zone dell'Asia, soprattutto per eolico e solare fotovoltaico grazie al rapido calo dei costi.

 

Crescita rinnovabili nel mondo dal 2001 ad oggi per tecnologia e paese

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
17/10/2019

Innovativo progetto di bioedilizia in calce e canapa

In via di realizzazione a Eslöv, in Svezia un centro yoga realizzato in bioedilizia: grazie a una tecnologia italiana che utilizza biocompositi in calce e canapa, l’edificio potrà assorbire più CO2 di quanta ne verrà ...

16/10/2019

Legge di Bilancio 2020, OK salvo intese

Il Consiglio dei ministri ha approvato nella notte del 15 ottobre il dl fiscale e la Legge di Bilancio 2020, “salvo intese”. Confermati ecobonus, sismabonus, bonus mobili e introdotta ...

16/10/2019

Nuove celle fotovoltaiche dagli scarti della vinificazione

Siglata una partnership tra l'Università Ca’ Foscari Venezia e l'azienda produttrice di prosecco Serena Wines 1881 per lo sviluppo di innovative celle fotovoltaiche dalla feccia della vinificazione      Al via ...

15/10/2019

BioSolar Leaf: il sistema di pannelli con micro-alghe per pulire l’aria

BioSolar Leaf è una soluzione innovativa sviluppata dalla startup britannica Arborea in collaborazione con l'Imperial College di Londra. Si tratta di un sistema di coltivazione che sfrutta la crescita di micro-alghe all’interno di pannelli ...

14/10/2019

Pannelli solari, il fotovoltaico conviene anche se ha vita breve

Una ricerca del Massachusetts Institute of Technology conferma che anche pannelli fotovoltaici di 10/15 anni di durata sono economicamente vantaggiosi   a cura di Andrea Ballocchi      Indice degli argomenti: Pannelli ...

11/10/2019

Architettura e riciclo: arriva l’onda di New Wave per una scuola in Messico

Lo studio di progettazione UMA ha deciso di recuperare e riciclare i rifiuti in plastica per creare l’originale facciata di una scuola d'arte in Messico   la redazione      L’emergenza rifiuti è uno dei temi ...

09/10/2019

Il Veneto traccia la strada verso un futuro a zero emissioni

Una regione completamente sostenibile, alimentata solo da rinnovabili e a zero emissioni di CO2 entro il 2050. Questi gli ambiziosi obiettivi presentati da un team di ricercatori dell'Università di Padova.        Un team di ...

09/10/2019

La città foresta a Cancun

Stefano Boeri, architetto italiano che ha preso parte al Climate Action Summit di New York, da anni impegnato verso lo studio di modelli di riforestazione urbana, presenta il suo progetto di Smart Forest City in Messico, un’idea di città ...