IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > La trasformazione energetica al centro del programma di recupero sostenibile

La trasformazione energetica al centro del programma di recupero sostenibile

La maggiore diffusione delle energie rinnovabili, l'efficienza energetica e le misure di transizione energetica rappresentano un investimento lungimirante per uscire della crisi scatenata dalla pandemia COVID-19. Il nuovo Rapporto di Irena

 

La trasformazione energetica al centro del programma di recupero sostenibile

 

I governi possono allineare le esigenze immediate di ripresa economica post emergenza Covid-19 con gli obiettivi di decarbonizzazione e di sviluppo sostenibile a medio e lungo termine, orientando le misure politiche e la spesa pubblica verso la trasformazione energetica

 

E' quanto emerge dal nuovo Rapporto "Post-COVID recovery: An agenda for resilience, development and equality" pubblicato dall'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), che delinea le azioni che i governi dovrebbero mettere in pratica nei prossimi tre anni (2021-2023) e nel medio termine, fino al 2030, per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) e i target fissati da l'Accordo di Parigi sui Cambiamenti Climatici.

 

Il Rapporto offre suggerimenti ai Governi per le azioni politiche ed economiche da intraprendere: in particolare l'aumento della spesa energetica pubblica e privata a 4,5 trilioni di dollari USA all'anno farebbe crescere l'economia mondiale di un ulteriore 1,3% in più, creando entro il 2030 19 milioni di posti di lavoro aggiuntivi legati alla transizione energetica. Ogni milione di dollari (USD) investito nelle rinnovabili garantirebbe  un numero di occupati tre volte superiore a quello dei combustibili fossili, mentre ogni milione investito nell'efficienza creerebbe circa 10 posti di lavoro.

 

"Le rinnovabili si sono dimostrate le fonti energetiche più resistenti durante l'attuale crisi", ha detto Francesco La Camera, Direttore Generale di IRENA. Si tratta di un'evidenza che dovrebbe spingere i governi a prendere decisioni immediate per superare la crisi, verso un sistema completamente decarbonizzato entro il 2050

 

Il raddoppio degli investimenti annuali per la transizione energetica a 2.000 miliardi di dollari nei prossimi tre anni fornirebbe uno stimolo efficace: permetterebbe di aumentare il PIL dell'1% e di creare altri 5,5 milioni e mezzo di posti di lavoro legati alla transizione energetica nei prossimi tre anni. Le prioprità immediate da mettere in atto secondo Irena sono la riforma dei prezzi dei combustibili fossili, eliminare i sussidi ai combustibili fossili, la spinta ai finanziamenti verdi e agli investimenti strategici nella transizione energetica.

 

Qualsiasi strategia deve necessariamente includere soluzioni innovative e tecnologie emergenti come l'idrogeno verde per arrivare a un sistema energetico a zero consumo energetico, la maggiore diffusione delle energie rinnovabili, l'efficienza energetica e le relative misure di transizione energetica rappresentano un investimento lungimirante nel contesto della crisi scatenata dalla pandemia COVID-19.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
06/07/2020

Innovazione dell'energia pulita per raggiungere emissioni zero

L'innovazione è la chiave per promuovere le nuove tecnologie e far progredire quelle esistenti per il raggiungimento degli obiettivi climatici di zero emissioni di anidride carbonica e migliorare la sicurezza energetica. ...

01/07/2020

REMOTE riceve un premio alla European Sustainable Energy Week 2020

REMOTE (Remote area Energy supply with Multiple Options for integrated hydrogen-based Technologies) è stato premiato come migliore progetto di energia sostenibile nella categoria Innovation in occasione della European Sustainable Energy Week ...

30/06/2020

A maggio record rinnovabili che coprono il 51,2% della domanda

Pubblicato da Terna il rapporto mensile sul sitema elettrico: forte calo a maggio dei consumi di energia elettrica. Segno + per fotovoltaico, idrico ed eolico. La produzione da fonti rinnovabili ha coperto il 51,2% della domanda, in crescita rispetto ...

29/06/2020

Edifici storici, un patrimonio da risanare e proteggere

Un quarto del patrimonio edilizio esistente in Europa è formato da edifici storici. Opportuni interventi di riqualificazione potrebbero garantire efficienza, comfort e minori emissioni. Dal 14 al 16 aprile 2021 a Bolzano la conferenza SBE21 ...

26/06/2020

Isolanti naturali per l’edilizia da vetro riciclato e alghe

Dalla ricerca italiana è stata messa a punto una soluzione sotto forma di schiuma isolante prodotta a partire da vetro riciclato e con una metodologia green   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli argomenti: Isolanti in ...

22/06/2020

Bene i piani PNIEC per le rinnovabili, meno su efficienza

La commissaria Ue all'energia, Kadri Simson, in una conferenza stampa ha fatto il punto sull'impegno dell'Unione sui temi della sostenibilità e neutralità climatica e ha anticipato che dalle analisi sui vari PNIEC, il Vecchio Continente dovrebbe ...

19/06/2020

Climatizzazione: cosa cambia con l’ecobonus 110% e gli obiettivi nZEB

Che opportunità offre l’ecobonus al 110% al settore della climatizzazione? Quale evoluzione e ruolo avranno le soluzioni efficienti oggi e in vista dell’edilizia nZEB? La parola agli esperti   a cura di Andrea ...

19/06/2020

MCE, arrivederci al 2022

Posticipata da settembre 2020 all'8/11 marzo 2022, a causa del coronavirus, la 42° edizione di MCE, manifestazione biennale leader mondiale nell’impiantistica civile e industriale, nella climatizzazione e nelle energie ...